Marted́ 20 Ottobre14:33:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, colpo Murata nella prima sfida della seconda fase. Anche La Fiorita e Tre Fiori vincono fuori

Sport Repubblica San Marino | 19:53 - 24 Novembre 2018 Calcio RSM, colpo Murata nella prima sfida della seconda fase. Anche La Fiorita e Tre Fiori vincono fuori


Il Murata edizione 2018-2019 non intende smettere di stupire. Dopo aver centrato l’accesso al Q1 e quello ai quarti di finale di Coppa Titano, la formazione bianconera debutta nella seconda fase con un successo a spese del Domagnano. È una sola rete a decidere l’incontro, quella messa a segno da Alessandro Di Filippo poco prima dell’ora di gioco, anche se nel bilancio negativo di giornata il Domagnano deve inserire pure il rigore fallito da Nicolò Angelini al tramonto di una sfida che i giallorossi chiuderanno con le espulsioni di Paolo Rossi ed Andrea Venerucci.

Anche il Pennarossa inizia la Seconda Fase con una sconfitta, ma in questo caso le proporzioni sono più ampie rispetto a quella imposta dal Murata al Domagnano. Il Tre Fiori ha già messo nel cassetto la sconfitta - l’unica in campionato – patita nell’ultima giornata della Prima Fase, e lo dimostra rifilando un secco 3-0 ai biancorossi di Guerra: nel tabellino dei marcatori, due habitué del gol come Andrea Compagno (doppietta e salita a 10 centri in classifica marcatori per lui) e Joel Apezteguia, all’ottava esultanza dall’inizio del torneo.

Buona la prima anche per La Fiorita, che nel big match di Montecchio supera in rimonta la Folgore. Giallorossoneri che sbloccano il punteggio al 7’ con Imre Badalassi, salvo poi essere raggiunti meno di un quarto d’ora più tardi dal gol di Alessandro Chiurato. La rete che decide l’incontro la mette a segno capitan Rinaldi al 27’ della ripresa.

L’unico pareggio del pomeriggio si materializza a Fiorentino, dove si affrontavano Libertas e Fiorentino. Anche l’altro confronto stagionale fra queste due formazioni si era chiuso in parità, ma all’epoca erano state segnate sei reti. Stavolta, invece, i gol sono uno a testa: inizia il Fiorentino, che all’alba della sfida sblocca il punteggio con Nicolò Ferrari. Ma nella ripresa a ristabilire l’equilibrio – che poi risulterà definitivo – pensa Enrico Golinucci.