Sabato 20 Aprile15:19:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Non congelateci il sorriso" passa anche dai social. Primo appuntamento all'istituto Alighieri di Rimini

Attualità Rimini | 12:17 - 23 Novembre 2018 "Non congelateci il sorriso" passa anche dai social. Primo appuntamento all'istituto Alighieri di Rimini

Parte venerdì 23 novembre il laboratorio di educazione ai social media presso l’Istituto comprensivo Alighieri di Rimini, appuntamento che s’inserisce nell’ambito del progetto ad ampio respiro “Non conGelateci il sorriso” .

Con l’avvio dell’anno scolastico 2018/19 sono riprese, infatti, le iniziative della XII edizione di Non conGelateci il sorriso, storico progetto di prevenzione del bullismo a scuola voluto dalle gelaterie artigianali insieme a Sigep, Mo.Ca, associazioni artigiane, Fondazione Francolini, Campus universitario di Rimini, Comune di Rimini e che si realizza con il sostegno dell’Ufficio scolastico provinciale.

Il progetto, coordinato da Primula Lucarelli, coinvolge quest’anno classi della scuola primaria Don Milani di Ospedaletto, dell’Istituto comprensivo Alighieri di Rimini e dell’Istituto comprensivo di Misano, per un totale di 100 ragazzi.

Non conGelateci il sorriso si rivolge alla fascia di età più bersagliata da atti di bullismo, secondo indagini Eurispes; tra gli 11 e i 13 anni è più frequente essere vittima di violenze fisiche e attraverso la rete, soprattutto per i preadolescenti che hanno meno relazioni sociali, ma è un’età nella quale è facile anche compiere atti di bullismo, scambiandoli per una bravata.

Le attività coinvolgono anche i genitori, per i quali è previsto un “caffè pedagogico” in gelateria, occasione di riflessione con un esperto in uno spazio informale, sul valore delle regole comprese quelle che riguardano l’utilizzo dei social da parte dei figli. E coinvolgono la comunità locale tutta, perché il giornalino del progetto, nel quale i ragazzi in prima persona raccontano l’esperienza vissuta, viene distribuito gratuitamente nelle gelaterie “Assaggi di amicizia”.

Si, perché il gelato artigianale è simbolo di comunità, di rispetto delle regole (di produzione) che lo rendono buono, anche socialmente, per crescere sani.

E sono proprio gli assaggi di amicizia”, cioè buoni gelato offerti alla scuola dalle 30 gelaterie coinvolte, a rappresentare la tappa conclusiva di un progetto che ha visto i natali proprio in una storica gelateria di Viserba.

Cinque sono gli appuntamenti importanti che caratterizzano questa edizione del progetto: il primo in programma oggi, cui faranno seguito sabato 1 dicembre la presentazione dei lavori svolti dai ragazzi dell’Istituto comprensivo di Misano ai genitori e lo stesso accadrà giovedì 13 dicembre presso la scuola don Milani di Ospedaletto. Nella stessa giornata i genitori di questa scuola sono invitati a partecipare al caffè pedagogico condotto da Maurizio Bartolucci.

Il caffè pedagogico per i genitori degli studenti dell’Istituto comprensivo Alighieri è in programma mercoledì 12 dicembre e sarà condotto da Alessandra Falconi.

Non conGelateci il sorriso aiuta i ragazzi a riconoscere il bullismo e a potenziare i comportamenti peri contrastarlo e superarlo; educa al rispetto, all’amicizia, all’uso attento delle parole, attraverso laboratori teatrali e attività di educazione ai social media; promuove lo scambio di quanto appreso, in forma di workshop a Sigep.