Sabato 25 Maggio09:57:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, i Carabinieri celebrano la 'Virgo Fidelis' patrona dell'Arma

Attualità Rimini | 13:11 - 22 Novembre 2018 Rimini, i Carabinieri celebrano la 'Virgo Fidelis' patrona dell'Arma

Il 21 novembre 2018, in Rimini, presso la Chiesa del Suffragio sita in Piazza Luigi Ferrari n. 12, alle ore 17:30, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Rimini ha celebrato la ricorrenza della “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri dall’8 dicembre 1949, allorquando Sua Santità Pio XII,  su istanza di Monsignor Carlo Alberto di Cavallerleone, Ordinario Militare d’Italia, la proclamò ufficialmente “Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri”.

Alla celebrazione, officiata da Monsignor Agostino Pasquini, sono intervenute le massime autorità civili, religiose e militari locali, tra cui: il Prefetto dott.ssa Alessandra Camporota; il Vice Prefetto Vicario dott.ssa Chiara Pintor; il Vicequestore Vicario dott.ssa Enrica Bonini; il Presidente del Consiglio Comunale di Rimini dott.ssa Sara Donati; i Comandanti della Capitaneria di Porto, Cap. Freg. Pietro Micheli, del 7° Reggimento Aves Vega Col. Marco Poddi, del 2° Gruppo 121° Rgt. Artiglieria Contraerei Ten. Col. Luca Vigna Taglienti, dei Vigili del Fuoco di Rimini Ing. Pietro Vincenzo Raschillà, nonché una rappresentanza del Comando Provinciale della Guardia di Finanza; una rappresentanza delle Associazioni Nazionali Carabinieri e Forestali di Rimini; il personale in servizio ed in congedo, nonché Aluigi Claudia, vedova del Maresciallo Fabio Cruciani, Deceduto in Carpegna il 10 ottobre 2006.


Al termine del rito religioso, accompagnato dai canti liturgici del coro polifonico “Malatesta da Verucchio”, è stato commemorato il 77° anniversario della “Battaglia di Culqualber”, glorioso fatto d’armi durante la seconda guerra mondiale e celebrata la “Giornata dell’Orfano” a sostegno dei tanti figli di militari dell’Arma caduti. Nella circostanza il Comandante Provinciale, Colonnello Giuseppe Sportelli, ha consegnato un premio assegnato dall’O.N.A.O.M.A.C. (Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell'Arma dei Carabinieri) al giovane Marco Cruciani, orfano dell’Arma particolarmente distintosi negli studi nello scorso anno scolastico.