Luned 22 Luglio02:45:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Il potere e la corruzione" tre giorni di convegno a Rimini con commercialisti, avvocati e magistrati

Attualità Rimini | 06:12 - 21 Novembre 2018 "Il potere e la corruzione" tre giorni di convegno a Rimini con commercialisti, avvocati e magistrati

"La corruzione rende tutti più poveri, è ostacolo a sviluppo economico e progresso sociale e sostituisce la cultura dell'uguaglianza e della corresponsabilità con quella del favoritismo e del privilegio. Ma fa fatica a regredire nella nostra società". E' l'analisi di Giorgio Lucchetta, consigliere nazionale dei dottori commercialisti, tra i promotori del convegno fissato a Rimini, venerdì e sabato prossimi, dove si si confronteranno per due giorni commercialisti, avvocati e magistrati su 'Il potere e la corruzione'. Ed è proprio sul presupposto che corruzione e potere spesso si alimentano reciprocamente, spiegano i promotori, che il convegno intende trattare gli strumenti che si possono utilizzare per contrastare il fenomeno corruttivo: repressione, prevenzione ed educazione. Dodici i relatori che affronteranno gli argomenti della lotta alla corruzione. Da Giovanni Canzio, primo presidente emerito Cassazione a Claudio Clemente e Stiliano Ordolli, direttori Unità informazione finanziaria italiana e della Federazione svizzera. Poi, sugli aspetti repressivi, si focalizzeranno i magistrati: dal presidente della Corte d'appello di Milano, Renato Bricchetti al Procuratore di Milano Francesco Greco e i sostituti procuratori di Firenze, Fabio Di Vizio e Paolo Barlucchi. Tanti gli aspetti proposti dal comitato scientifico presieduto dal consigliere di Cassazione Maria Silvia Giorgi. "Sul versante del preteso potenziamento degli strumenti di contrasto al fenomeno criminoso, ancorché diffuso e resistente, si è assistito nel corso degli anni a numerosi interventi legislativi che poco o nulla hanno influito sulla efficacia della risposta repressiva, incidendo in modo inaccettabile sulle garanzie di difesa del cittadino imputato nel processo penale", ha detto Alessandro Sarti, presidente Camera penale di Rimini.