Mercoledý 20 Marzo17:20:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione: Greco e Salvemini firmano la vittoria Stella sul Futball Cava (2-0)

Sport Rimini | 17:20 - 18 Novembre 2018 Calcio Promozione: Greco e Salvemini firmano la vittoria Stella sul Futball Cava (2-0)

STELLA: Gamberini F., Nardi, Ferraro, Angelini, Cicchetti (35'st Verdinelli), Bellicchi (1'st Fabbrucci), Lazzaretti, Tani (1'st Garcia Rufer), Gabellini, Greco, Salvemini.

In panchina: Montalbano, Mussoni, Fabbri, Gamberini A., Azzurro, Dragovoya. All. Boldrini.

FUTBALL CAVA: Cambiuzzi, Maltomi, Ammannato, Gentilini, Bertaccini, Bandini; Satanassi (36'st Bacchilega), Iacovelli (22'st Kane), Fazzini (41'st Perugini), Rossi, Agazzi.

In panchina: Lani, Selvaggio, Falcini, Mazzotti, Aloe, Budrioli. All. Casamenti.

ARBITRO: Zampini di Ravenna (assistenti: Ajdinovski di Ravenna e Luciani di Rimini).

RETI: 5'st Greco, 49'st Salvemini.

NOTE: ammoniti Lazzaretti, Fabbrucci, Bertaccini. 



Parte bene la Stella e subito si rende pericolosa con le incursioni di Gabellini sulla fascia destra: dopo appena 7 minuti uno splendido cross a centro area raggiunge Salvemini che da posizione favorevole, solo davanti al portiere, manda di poco sopra la traversa. Gli avversari tentano una timida reazione, ma i ragazzi di mister Boldrini controllano agevolmente la situazione: qualche pericolo, per i locali, si crea su palla inattiva, vista la struttura fisica degli attaccanti del Cava. Ad inizio ripresa i padroni di casa cambiano subito due elementi per contrastare la fisicità degli  ospiti e dopo appena 5 minuti, al 50', una splendida  triangolazione porta Greco davanti al portiere ospite, il fantasista infila con un diagonale alla sinistra dell'estremo difensore. Gli ospiti cercano di reagire scoprendosi però ai contropiedi dei padroni di casa: su un errato retropassaggio Salvemini si incunea fra  difensore e portiere, saltandoli entrambi, portandosi la palla fino a fondo campo, perdendo però il controllo e mandandola a fondo campo, fra lo sconforto dello stesso giocatore e del pubblico. Per il raddoppio bisogna attendere così il 94' quando Ferrraro lancia Salvemini che supera due avversari e da posizione impossibile, a mezzo metro dalla linea di fondo, "brucia" il portiere ospite con un tiro che batte sul palo opposto e poi finisce in rete.