Martedý 20 Ottobre14:38:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bellaria: posata la prima pietra della casa per anziani, pronta in 11 mesi. Ecco come sarà

Attualità Bellaria Igea Marina | 14:11 - 17 Novembre 2018 Bellaria: posata la prima pietra della casa per anziani, pronta in 11 mesi. Ecco come sarà

Sono cominciati a inizio mese i lavori per la costruzione della casa residenza per anziani che sorgerà in zona Bordonchio, in prossimità della Chiesa: l’opera sarà realizzata dalla Cooperativa Sociale Il Cigno, che successivamente si occuperà anche della gestione della struttura.


Formalmente definita come C.R.A. (Casa Residenza Anziani), l’opera ha visto l’Amministrazione Comunale di Bellaria compiere i primi passi tra il 2012 e il 2013, con la definizione delle linee guida progettuali: tra queste, l’integrazione della stessa con il tessuto urbano, la prossimità con la rete di circolazione dei mezzi pubblici e la vicinanza ai servizi esistenti; non di meno, veniva indicato un insieme di interventi a carico del privato, come la sistemazione del parcheggio a fianco del cimitero e la realizzazione di un nuovo campo da calcio. I passi decisivi sono avvenuti lo scorso anno, con la proposta della Cooperativa sociale Il Cigno accolta positivamente e, successivamente, la definizione degli strumenti urbanistici propedeutici ai lavori; da ultimo, il “permesso di costruire convenzionato” approvato dal Consiglio Comunale nel settembre 2018.


L’opera si configura come una delle più attese e significative tra quelle definite dall’Amministrazione Comunale negli ultimi anni. Il Sindaco Enzo Ceccarelli commenta oggi positivamente l’avvio dei lavori, sottolineando “la straordinaria importanza di questa struttura: la casa residenza che sorgerà a Bordonchio ospiterà sessanta posti letto e risponderà, con ciò che rappresenta e con i servizi che sarà in grado di offrire, a esigenze ben precise che le famiglie di Bellaria Igea Marina manifestano da anni.”

Soddisfazione viene espressa anche da Annagrazia Giannini, Direttrice generale de “Il Cigno”, cooperativa che dal 1985 è impegnata nella gestione di servizi socio-sanitari ed educativi per anziani, persone diversamente abili, soggetti con fragilità sociale e minori, sia a domicilio sia presso strutture residenziali, semiresidenziali, case di riposo e case protette. “Al momento gestiamo sette strutture analoghe”, spiega, “per un totale di 450 posti letto: porteremo a Bellaria Igea Marina un’esperienza trentennale, maturata in Romagna ma anche in altri territori, come ad esempio il Lazio, la Lombardia e il Veneto.”

“La residenza sanitaria di Bellaria Igea Marina rappresenta per noi un investimento complessivo di circa 7,7 milioni di euro, comprensivi delle spese che sosterremo per le opere di urbanizzazione”, continua la Direttrice. “L’intera operazione”, specifica, “ha goduto di un finanziamento di 5,6 milioni di euro a condizioni agevolate: di questi, il 70 % è stato coperto dal Mise (Ministero dello Sviluppo Economico) e il restante 30 % dal Credito Cooperativo Romagnolo di Cesena, il cui impegno affinchè l’intera partita andasse a buon fine merita di essere evidenziato. Da sottolineare, per altro, come la domanda da noi rivolta al Mise recasse come protocollo il numero uno, a riprova della sua aderenza al bando promosso dal Ministero.”


Come detto, i lavori sono cominciati in questo mese di novembre e la realizzazione vede impiegata l’impresa Cea di Monghidoro, “che si è impegnata a completare la struttura in undici mesi. Proprio i tempi previsti per la fine lavori”, spiega Annagrazia Giannini, “hanno rappresentato un elemento di valutazione importante in sede di punteggio, perché conosciamo bene i bisogni della comunità di Bellaria Igea Marina: intendiamo consegnare alla città la nuova struttura tra settembre e ottobre del prossimo anno.”