Sabato 19 Gennaio08:39:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Mariangela Gualtieri e Stefano Battaglia in Porpora concerto al Teatro degli Atti di Rimini

Eventi Rimini | 11:25 - 16 Novembre 2018 Mariangela Gualtieri e Stefano Battaglia in Porpora concerto al Teatro degli Atti di Rimini

“Porpora: come intendevano greci e latini che parlavano di mare porpora, di onde, di neve o di cigno porpora, a indicare il punto in cui un colore è più vibrante, più scintillante. Porpora nasce dall’urgenza di cantare i colori accogliendoli come potenze, come forze acustiche: è qui, nella partitura di Stefano Battaglia, che il mio verso ha trovato una nuova vita sonora, ed è qui che è nato semplice e felice, l’incontro”. Così Mariangela Gualtieri presenta il suo Porpora, lo spettacolo del Teatro Valdoca che martedì 20 novembre alle ore 21 apre al Teatro degli Atti (via Cairoli 42) il turno Tracce D contemporaneo, un percorso con alcuni dei protagonisti più autorevoli della scena contemporanea, affermatisi per talento, originalità della cifra stilistica e rigore drammaturgico.
In Porpora Gualtieri interagisce e dialoga con la musica del pianista e compositore Stefano Battaglia, nell’allestimento curato da Cesare Ronconi. “La cattedrale di silenzio che la poesia porta in sé, apre questa volta le sue porte a una scrittura sonora che amo – prosegue la poetessa di Cesena - Guidati dal nostro regista ci teniamo sospesi, tesi, in agguato, in quelle acrobazie dell’udire che portano il mondo dentro, fino al fondo. Che portano il dentro al mondo, fino all’orlo, dove spazio e tempo si accucciano e lasciano per un istante intuire ciò a cui poesia, musica e silenzio, in fine, conducono”.
Tracce D Contemporaneo proseguirà poi domenica 9 dicembre con L’ombra della sera di Alessandro Serra (Teatropersona), mentre nel 2019 proporrà la nuova produzione di Davide Enia L’abisso (22 febbraio), Overload di Teatro Sotterraneo (venerdì 22 febbraio), Urania d’agosto di Lucia Calamaro (domenica 3 marzo) e Sicilia, una nuova produzione su testo scritto, interpretato e diretto da Clyde Chabot.