Venerd 19 Aprile05:40:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Uccise per gelosia la compagna, pena dimezzata per l’assassino di Olga

Cronaca Rimini | 10:33 - 16 Novembre 2018 Uccise per gelosia la compagna, pena dimezzata per l’assassino di Olga

Rimarrà in carcere per la metà del tempo rispetto a quello per cui era stato condannato in precedenza per aver ucciso l'ex compagna a Riccione.  La Corte d'Assise d'Appello di Bologna ha accolto la tesi della difesa di Michele Castaldo, l'operaio siciliano che nell'autunno 2016 strangolò Olga Matei. In primo grado era stato condannato a 30 anni di carcere, ora, in appello, lo sconto di pena è sceso a 16 anni per l'omicida della commessa di origine moldava trovata cadavere nel suo appartamento il 6 ottobre 2016. 

La sera dell'omicidio Olga Matei aveva acconsentito a vedere l'ex per un chiarimento poi finito in tragedia. Dopo aver strangolato la donna, Castaldo aveva annunciato per sms il proprio suicidio alla sua cartomante che girò la segnalazione ai carabinieri.