Venerd́ 26 Aprile02:17:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nations League, San Marino sfiora l'impresa: ko a 13' dalla fine con la Moldavia: 26 sconfitte di fila

Sport Repubblica San Marino | 00:38 - 16 Novembre 2018 Nations League, San Marino sfiora l'impresa: ko a 13' dalla fine con la Moldavia: 26 sconfitte di fila

E' un solo gol a condannare la Nazionale di San Marino nel match di ritorno con la Moldavia, penultimo impegno per i Titani nel cammino di Nations League. Sfuma così l'impresa di non perdere dopo 25 sconfitte consecutive, ma si arrende a pochi minuti dalla fine contro la Moldavia. 

C’è una novità assoluta nell’11 titolare proposto da Franco Varrella: Nicola Nanni (foto Fsgc/Pruccoli) classe 2000, centravanti in forza al Crotone che fino a questa sera aveva vestito i colori di San Marino solamente a livello di Nazionali giovanili. Il C.T. affida a lui e a Matteo Vitaioli le chiavi dell’attacco biancoazzurro, davanti ad un centrocampo in cui domina la linea verde e davanti ad una difesa composta da per intero da senatori. In porta, Elia Benedettini. 

Il gol partita al 32' della ripresa: Dedov mette la testa per la sponda che manda in rete un altro dei subentrati ospiti, Damaşcan: la sua conclusione dal cuore dell’area piccola non dà scampo a Benedettini. Il centravanti granata, partito inizialmente dalla panchina, ha fatto il suo ingresso in campo ad inizio ripresa al posto del compagno Nicolaescu. 

Il gol subìto non scoraggia la Nazionale di San Marino, che prova a guadagnare terreno e che all’85’ crea apprensione nei 16 metri moldavi con il cross teso di Manuel Battistini, sul quale Koşelev si esibisce in un’uscita coraggiosa quanto tempestiva. Intanto Varrella si gioca anche la carta Hirsch, posizionato sul lato sinistro di un tridente d’attacco che vede Tomassini agire sulla corsia opposta con  Nanni quale riferimento centrale. 

Il potenziamento del reparto avanzato produce, nel primo minuto di recupero, un tiro di Tomassini murato dalla schiena di un difensore moldavo e - nel prosieguo dell’azione – la possibilità per Palazzi di colpire a tu per tu con Koşelev, ma il duello vede uscire vincitore il portiere ospite, che scherma con il corpo la conclusione del giocatore in forza al Tre Penne. 

La Moldavia è salita così ad otto punti in classifica nel girone 3 della Lega D alle spalle di Bielorussia (11 punti) e Lussemburgo (9 punti).

SAN MARINO [3-5-2] E. Benedettini; F. Vitaioli, Simoncini, Palazzi; Ma. Battistini, Lunadei (dal 76’ A. Golinucci), E. Golinucci, Mularoni, Grandoni (dall’87’ Hirsch); Nanni, M. Vitaioli (dall’ 80’ Tomassini). A disp. Zavoli, S. Benedettini, Cesarini, Mi. Battistini, Tosi, Censoni, Cevoli, Rinaldi, Giardi, Tomassini All. Varrella

MOLDAVIA [3-2-4-1] Koşelev; Posmac, Epureanu, Reabciuk; Gaţcan, Carp; Antoniuc (dal 65’Dedov), Ioniţa, Cociuc (dal 60’ Sandu), Gînsari, Niacolaescu (dal 46’ Damaşcan). A disp.: Namaşco, Paşcenco, Cebotaru, Rozgoniuc, Jardan, Anton, Boiciuc. All. Spiridon

Arbitro: Georgios Kominis (GRE)

Assistenti: Chrysoula Kourompylia (GRE) e Chasan Koula (GRE)

Quarto Ufficiale: Christos Baltas (GRE)

Ammoniti: M. Vitaioli, Nanni, Gaţcan

Marcatori: 77’ Damaşcan