Marted́ 22 Gennaio01:58:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio D, la Savignanese mette alla frusta il Cesena: i bianconeri vincono in dieci con rete di Alessandro

Sport Savignano sul rubicone | 22:59 - 14 Novembre 2018 Calcio D, la Savignanese mette alla frusta il Cesena: i bianconeri vincono in dieci con rete di Alessandro

Il Cesena non brilla, ma vince: ai ragazzi di Angelini basta una rete di Alessandro al 35' del primo tempo per superare la Savignanese davanti al solito caldo tifo del "Manuzzi" che torna a gustare i 3 punti interni dopo il precedente ko contro la Recanatese.

Certe emozioni le può regalare solo un derby, uno di quei derby che soltanto il destino può organizzare. Cesena- Savignanese è molto più di un match infrasettimanale, è una sfida tra città "lontane" solo 14 km. Il destino appunto: se i bianconeri non fossero stati costretti alla doppia retrocessione in serie D, chissà quanto tempo ancora ci sarebbe voluto per rivedere le due squadre giocare insieme in una gara ufficiale. Ancora una volta, il calcio è metafora della vita: certe belle realtà le sperimenti solo dopo il buio, il buio cesenate di un'estate complicata. E il "Manuzzi" è la cornice perfetta per raccogliere le emozioni di migliaia di tifosi che provano attraverso il canto e la gioia a tradurre in qualcosa di concreto le emozioni che regala questa sfida "in famiglia". Gli ospiti, forti della vittoria contro il Real Giulianova, tentano di ripetere l'impresa compiuta all'esordio stagionale in Coppa Italia Serie D, quando la Savignanese sul campo neutro di Cesenatico si impose per 2-0 grazie ad una prova solida e ordinata. Ora però qualcosa è cambiato nel Cesena, a tratti lontano anni luce da quella prestazione deludente: nonostante l'assenza di Ricciardo, ancora ai box, l'undici di Beppe Angelini sa ben fraseggiare e soprattutto soffrire, qualità decisiva nel finale. L'obiettivo numero uno dei bianconeri è rispondere alla vittoria del Matelica che nel pomeriggio aveva superato 1-0 il Francavilla. Come da pronostico, la partita è difficilissima da sbloccare: il primo vero tiro in porta arriva soltanto quando se ne è andata la metà del primo tempo. Nella circostanza, direttamente da calcio di punizione, la conclusione di Danilo Alessandro termina fuori. La Savignanese è viva, riparte in contropiede e sfiora il vantaggio: quando tutto sembra fatto Agliardi sfodera la prima grande parata della serata e compie il miracolo su Longobardi lanciato in porta da Peluso. Si complica la sfida per i bianconeri, obbligati a vincere per non lasciare fuggire la capolista Matelica. Ma le grandi squadre reagiscono proprio ora, quando le partite diventano rebus inestricabili. Alessandro sbaglia una volta, ma non due e così al 35' risolve l'equilibrio spingendo in rete un pallone che vaga nell'area di rigore dei gialloblù. Subito dopo la rete dell'1-0, la curva di fede bianconera espone uno striscione che recita "Vicini alle zone alluvionate", dimostrazione di affetto e vicinanza alle zone colpite dal maltempo degli scorsi giorni. Gli ospiti accusano il colpo e non riescono a indirizzare la partita secondo gli esiti sperati: la rete subita nel primo tempo obbliga i ragazzi di Farneti a rincorrere l'avversario e a impostare il secondo tempo sull'attacco totale. Il compito dei gialloblù si semplifica al 32' della ripresa quando Tortori viene espulso per un intervento su Longobardi, ma il Cavalluccio resiste. Lo stesso Longobardi  potrebbe siglare in extremis l'1-1, ma spara in curva. Finale convulso, ma il risultato non cambia. Cesena a -2 dal Matelica.


Paolo Santi

CESENA-SAVIGNANESE 1-0
CESENA: Agliardi, Ciofi, Noce, Benassi, Valeri, Gori (81' Tola), De Feudis, Tortori, Alessandro (89' Stikas), Campagna, Capellini (64' Casadei). A disp: Sarini, Poggi, Cola, Pastorelli, Andreoli, Bisoli. All Angelini
SAVIGNANESE: Pazzini, Giacobbi (59' Scarponi), Rossi, Gregorio, Vandi, Manuzzi R (77' Guidi), Brighi (45' Turci), Peluso (77' Giua), Gasperoni, Manuzzi F (68' Albini), Longobardi. A disp: Dall’Ara, Guidi, Succi, Giunchetti, Brigliadori. All Farneti
Marcatori: 35' Alessandro
Note: Ammoniti: Manuzzi R, Longobardi. Espulso Tortori.