Marted 19 Marzo23:27:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sindacati di Polizia uniti nella protesta: 'nuovi agenti non arrivano senza la nuova sede della Questura'

Attualità Rimini | 13:02 - 13 Novembre 2018 Sindacati di Polizia uniti nella protesta: 'nuovi agenti non arrivano senza la nuova sede della Questura'

Presidio e volantinaggio dei sindacati di Polizia nella mattinata di martedì 13 novembre, in piazza Tre Martiri a Rimini,  per richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica sul problema dell'assenza di una nuova e idonea sede per la Questura, a maggior ragione in previsione dell'arrivo dei rinforzi in pianta stabile, come deciso dal Ministero dell'Interno. Spiegano i sindacati: "L'aumento di circa 100 uomini nei prossimi tre anni è una vittoria che rischia di essere vanificata, poiché le attuali strutture non sarebbero in grado di ricevere questo personale che rimarrebbe così, come la nuova sede, un miraggio".

IL PATTO PER LA SICUREZZA. I sindacati chiedono lumi anche sul patto per la sicurezza, che prevedeva una soluzione "ponte": l'accorpamento degli uffici nella struttura di piazzale Bornaccini. Un trasferimento non ancora avvenuto, visto che il centro per l'impiego non è stato ancora spostato in Corso d'Augusto. I sindacati ricordano che gli attuali stabili della Questura sono "privi dei minimi requisiti, vetusti, poco funzionali e in alcuni casi frutto di abuso edilizio; molti uffici sono ricavati in quelli che un tempo erano autorimesse, o sono ricavati da terrazzi, o come in via Bonsi, praticamente in strada, obbligando gli avventori ad attendere il proprio turno in un atrio all’aperto", riprendendo le parole del Questore Maurizio Improta, che a ottobre, a margine dell'assemblea nazionale dell'Anci, aveva dichiarato, lapidario: "non possiamo ricevere all'interno di garage fatiscenti, trasformati in ufficio". 

Nella foto una delegazione del Sap