Venerd́ 19 Luglio17:57:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Reddito di cittadinanza, sul territorio interessato solo l'8% delle famiglie riminesi

Attualità Rimini | 14:46 - 12 Novembre 2018 Reddito di cittadinanza, sul territorio interessato solo l'8% delle famiglie riminesi

Il Sole 24 Ore ha presentato una interessante analisi sul potenziale impatto della manovra nei diversi territori riguardante il reddito di cittadinanza,  anche se ancora non si sa come funzionerà. Secondo quanto annunciato dal Governo, il reddito di cittadinanza sarà destinato alle famiglie con un Isee fino a 9.360 euro annui. Perciò, anche se i dettagli non sono ancora definiti, i dati storici dell’Isee permettono già di ragionare sulla platea degli interessati, che “Il Sole” incrocia in base ai 9 miliardi stanziati dalla manovra di Bilancio 2019. 

"Analisi che sottolinea - commenta Gloria Lisi, assessore alla protezione sociale del Comune di Rimini - i timori e lo scetticismo con cui ho accolto e seguito le proposte del Governo in materia di welfare. Uno strumento sbilanciato ed inefficace, che non migliora – anzi, dati alla mano li peggiora sensibilmente – gli attuali strumenti di sostegno al reddito del nostro welfare locale".

Rimini si piazza al 55° posto nella graduatoria dei comuni capoluoghi. I potenziali beneficiari, a Rimini, dovrebbero essere 11 mila e 770, circa l'8,1% delle famiglie residenti. A Crotone, piazzatosi al primo posto, saranno quasi il 28% delle famiglie a ricevere potenzialmente il reddito, a Napoli e Palermo il 20, 5%, a Caltanisetta il 19,8% . Solo citando i primi in graduatoria, è già evidente una distribuzione delle risorse disomogenea che penalizza fortemente Rimini e il centro nord in generale. Non solo, l'analisi prevede una media per famiglia di 283,98 euro, meno della metà dei 780 euro indicati dal Governo.

"Io parto - ricorda ancora la Lisi - dal concreto di esperienze come quella che da anni stiamo portando avanti a Rimini ed in Emilia-Romagna, con il reddito di inclusione (REI) e il reddito di solidarietà (RES). Sono due strumenti di contrasto alla povertà, certamente parziali e perfettibili, ma che stanno già svolgendo, concretamente, un supporto a favore di coloro che in questi anni di dura crisi sono rimasti più indietro. indicativamente i RES attivi attualmente a Rimini sono 220, 764 invece le domande per il REI. Il contributi del REI per una famiglia di di 5 membri può arrivare ad euro 485,41 mentre il RES assegna 110,00 euro al primo componente del nucleo e una quota a scalare per ogni componente ulteriore della famiglia. L'autorevole analisi del Sole 24Ore evidenzia, numeri alla mano, i limiti pratici che rischiano di relegare nel territorio dell’utopia politica il reddito di cittadinanza, presentato addirittura in campagna elettorale come panacea alla povertà. Sono sempre più convinta che su aspetti così delicati della vita di tante persone non servono proclami ma servizi dove ci si sporca le mani, come i nostri".