Venerd́ 26 Aprile04:20:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Valmarecchia, sorella e madre picchiate più volte e minacciate col cacciavite. Chiesta perizia su un 19enne

Cronaca Valmarecchia | 09:56 - 11 Novembre 2018 Valmarecchia, sorella e madre picchiate più volte e minacciate col cacciavite. Chiesta perizia su un 19enne

E' stato un vero e proprio incubo per i propri familiari, vittime dei suoi comportamenti violenti, messi in atto anche quando era minorenne. Un ragazzo straniero di 19 anni, residente con la madre e la sorella in Valmarecchia, fu arrestato per percosse e maltrattamenti in famiglia lo scorso marzo, al culmine di una serie di condotte violente. In un'occasione il giovane aveva impugnato le claves, cilindretti usati come strumento di percussione, per colpire la madre, aggredendo inoltre a calci e pugni la sorella. Insulti, calci e spintoni, minacce con l'uso di un cacciavite: diversi gli episodi contestati al ragazzo, che però sembra avviato verso il cambiamento. Vittima a sua volta di un passato problematico, il giovane sta seguendo proficuamente un percorso di reinserimento alla Papa Giovanni XXIII: mercoledì 7 novembre il gup ha inoltre accolto la richiesta del legale difensore, l'avvocato Paolo Ghiselli (foto gallery), relativa a una perizia per accertare la capacità di intendere e di volere dell'imputato all'epoca in cui sono state messe in atto le condotte violente, come risulterebbe tralaltro da una consulenza di parte depositata tra gli atti del processo: il giovane, affetto da problematiche psicologiche, non si sarebbe reso conto del significato delle proprie azioni. Prossima udienza fissata al 5 dicembre, quando sarà conferito l'incarico al perito.

Valmarecchia, sorella e madre picchiate più volte e minacciate col cacciavite. Chiesta perizia su un 19enne - Foto 1