Marted 13 Novembre02:38:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Unità cinofile simulano ricerca di persone scomparse. A Rimini il cane 'molecolare' dal fiuto straordinario

Attualità Rimini | 17:58 - 10 Novembre 2018 Unità cinofile simulano ricerca di persone scomparse. A Rimini il cane 'molecolare' dal fiuto straordinario

Sabato 10 novembre le Unità Cinofile da Soccorso Romagna (UCS) sono state protagoniste di una dimostrazione, finalizzata a simulare la ricerca di una persona scomparsa, presso il campo allestito a Santa Giustina. L'associazione, nata nel 2003 e affiliata al coordinamento di Protezione Civile di Rimini, annovera una sessantina di soci e una trentina di cani, occupandosi dell'addestramento delle unità cinofile per la ricerca di persone disperse, sia in superficie che sotto le macerie. "Questa mattina abbiamo fatto vedere come lavorano i nostri cani e le nostre unità cinofile, inoltre abbiamo spiegato come funziona l'esame abilitativo per i conduttori dei cani", spiega Davide Faggi, Presidente dell'UCS Romagna. Tra gli eroici quattrozampe c'è anche Tabata, un cane molecolare, affiancato dal suo conduttore Gabriele Sammarini: in tutta la regione Emilia Romagna sono solo due e sono animali dall'olfatto sviluppatissimo. Sono definiti molecolari perché il loro naso percepisce anche le più piccole particelle di odore, seguendo con grande abilità le tracce umane, anche di individui che sono passati in un luogo molto tempo prima. 

L'ASSOCIAZIONE PENELOPE OSPITE DELLA GIORNATA- E i cani molecolari sono fondamentali nelle ricerche delle persone scomparse. Un tema che occupa spesso le cronache: casi che purtroppo spesso non arrivano a una soluzione, oppure si concludono con la morte della persona ricercata. Per sensibilizzare l'opinione pubblica, erano presenti sabato, alla dimostrazione riminese, anche i rappresentanti dell'Associazione Penelope (Associazione nazionale delle famiglie e degli amici delle persone scomparse), in testa il presidente della sezione Emilia Romagna, Maria Degli Angeli, madre di Cristina Golinucci, scomparsa il 1 settembre del 1992. L'associazione Penelope, oltre a offrire il sostegno alle famiglie che hanno denunciato la scomparsa di un loro caro, porta avanti una "battaglia" contro la burocrazia che rallenta la macchina dei soccorsi. Troppo spesso infatti le ricerche partono in ritardo, oppure casi di scomparsa vengono derubricati in "fughe e allontanamenti volontari". Maria Degli Angeli, in prima linea in questa "battaglia", esprime il proprio plauso per l'iniziativa odierna: "Siamo stati invitati e siamo orgogliosi di avere risposto all'invito, abbiamo trovato un clima meraviglioso, giovani che regalano il loro tempo come volontari, aiutando nel concreto in casi di drammatiche scomparse. Purtroppo la burocrazia non dà mai il permesso immediato per usufruire delle loro azioni, del bene che regalano loro e i loro animali". Immediatezza è una parola che Maria ripete spesso: "I cani sarebbero i primi a dover intervenire, ma per arrivare a metterli in campo passano più giorni, troppi. Così è terribile non trovare la persona scomparsa, o trovarla morta, perché si è intervenuto troppo tardi". L'associazione Penelope continuerà la sua attività di sostegno e di "pungolo" alla politica, per migliorare la normativa: "Una volta ci hanno definiti come una spina nel fianco. Noi ci saremo sempre. Poi, come in tutte le situazioni, tra le istituzioni bisogna trovare la persona giusta, sensibile. Troppo spesso la scomparsa di una persona diventa fuga volontaria". L'associazione Penelope ricorda, in conclusione: "Noi tessiamo, come Penelope, ma tessiamo una rete, per collegare tutti, la giornata di oggi è un esempio". 

Unità cinofile simulano ricerca di persone scomparse. A Rimini il cane 'molecolare' dal fiuto straordinario - Foto 1
Unità cinofile simulano ricerca di persone scomparse. A Rimini il cane 'molecolare' dal fiuto straordinario - Foto 2
Unità cinofile simulano ricerca di persone scomparse. A Rimini il cane 'molecolare' dal fiuto straordinario - Foto 3
Unità cinofile simulano ricerca di persone scomparse. A Rimini il cane 'molecolare' dal fiuto straordinario - Foto 4
Unità cinofile simulano ricerca di persone scomparse. A Rimini il cane 'molecolare' dal fiuto straordinario - Foto 5
Area SondaggiIl sondaggio

Chiusura domenicale dei negozi, sei d'accordo?