Marted 23 Aprile04:57:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, approvata la soluzione contro l'abbattimento degli alberi per le nuove fogne

Attualità Rimini | 14:58 - 07 Novembre 2018 Rimini, approvata la soluzione contro l'abbattimento degli alberi per le nuove fogne

Martedì sera presso la sala Marvelli della Provincia di Rimini si è tenuta l’Assemblea cittadina dei firmatari della lettera al Sindaco di Rimini, nella quale si chiedeva di studiare soluzioni diverse al percorso della conduttura prevista dal 3° Stralcio del PSBO, al fine di ridurre il numero di alberi da tagliare. All’Assemblea hanno partecipato una cinquantina di cittadini, dei 5.400 firmatari dell'appello a Gnassi. 

LE RAGIONI DELLA "BATTAGLIA". Nel corso della riunione alcuni membri del Coordinamento hanno raccontato le ragioni che hanno condotto le Associazioni a lanciare questa campagna, soprattutto la mancata informazione ai cittadini riminesi da parte dell’Amministrazione su quello che sarebbe accaduto: il taglio preventivato di 74 alberi,  più quello possibile di altri 57 che il cantiere potrebbe danneggiare. Si è parlato dell’importanza dei singoli alberi, della loro capacità di abbattimento degli inquinanti gassosi, delle polveri sottili e della capacità di creare ossigeno. Il professor Riccardo Santolini è stato invitato a parlare dell’importante rapporto fra verde e qualità della vita in città. Il suo intervento ha rafforzato la coscienza sulla necessità di operare scelte diverse nella programmazione urbanistica, scelte che inseriscano e rispettino la funzione degli alberi. 

LA PROPOSTA ALL'AMMINISTRAZIONE. Dopo una decina di interventi si è passati all’approvazione dei tre punti all’ordine del giorno. La soluzione  proposta dell’Assessore Montini, di ridurre il taglio ad effettive 29 piante (più 4-5 possibili in fase di cantiere), è stata approvata con l’80% dei voti espressi dai presenti. Non si è parlato in Assemblea dell'ipotesi operativa del microtunnelling, sostenuta inizialmente anche da Rimini Verde che ha  preso atto, non avendo competenze per controbatterle sul piano tecnico, delle valutazioni negative espresse ufficialmente dall’assessore Montini e dai tecnici di Hera presenti agli incontri di confronto ed a quelli istituzionali del Consiglio comunale. Sul secondo punto, la consegna al Sindaco delle firme raccolte, si è raggiunta l’unanimità.