Venerd 26 Aprile09:04:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Verucchio protagonista del romanticismo con 200 anni di anticipo. Incontro con Alessandro Giovanardi

Eventi Verucchio | 11:39 - 07 Novembre 2018 Verucchio protagonista del romanticismo con 200 anni di anticipo. Incontro con Alessandro Giovanardi

Verucchio ha visto in anticipo di duecento anni l’arte romantica. A spiegare questa eccezionale testimonianza sarà l’incontro “Mastelletta a Verucchio. Sublime e melanconia in un ‘romantico’ del Seicento”, quarto appuntamento della rassegna culturale “I Maestri e il Tempo”, curata da Alessandro Giovanardi per la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, in calendario venerdì 9 novembre dalle ore 17.30 alla Collegiata di San Martino a Verucchio.

Ha lasciato splendidi quadri sacri nella città di Verucchio il pittore Giovanni Andrea Donducci (1575-1655), detto il “Mastelletta” dal lavoro del padre artigiano – rivela il relatore del pomeriggio culturale, Alessandro Giovanardi - Precorre le poetiche visionarie del Romanticismo e non per spirito d’avanguardia, ma per uno sguardo ribelle e nostalgico rivolto al passato: verso i più sognanti maestri fiorentini del Cinquecento, ma, attraverso questa cultura così sofisticata, risale più indietro, recuperando atmosfere cortesi e gotiche, fortemente fiabesche. Egli perciò anticipa il romantico e spettrale Johann Heinrich Füssli, l’autore de L’incubo, raffinato pittore di idee allucinate e sublimi. Mastelletta gioca in anticipo sui maestri sette-ottocenteschi dell’immaginario come John Flaxman e William Blake”.

Agli intervenuti, fino ad esaurimento scorte, sarà fatto omaggio del breve saggio illustrato di Antonio Paolucci Seicento inquieto. Un “Gran Secolo” a Rimini fra provincia e modernità e sarà offerto un brindisi con buffet di saluto.