Giovedý 24 Ottobre02:34:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, i risultati dei posticipi. A segno Ricchiuti. Juvenes Dogana vincente con D'Elia

Sport Repubblica San Marino | 12:19 - 05 Novembre 2018 Calcio RSM, i risultati dei posticipi. A segno Ricchiuti. Juvenes Dogana vincente con D'Elia

I posticipi della penultima giornata della Prima Fase di campionato decretano altri verdetti in ottica Q1. Dal campo di Fiorentino, sede di La Fiorita-Cailungo, ne arrivano due: uno riguarda proprio la formazione di Montegiardino, che grazie al successo in rimonta sui rossoverdi si aggiunge al novero delle formazioni qualificate alla top eight; l’altro vede invece come beneficiario il Domagnano, che a sua volta vola al Q1 in quanto ormai divenuto irraggiungibile – con una gara ancora da disputare – per lo stesso Cailungo, la più vicina delle inseguitrici alla zona nobile del Gruppo B. 

Federico Bonavita illude i rossoverdi al 10’, ma Adrian Ricchiuti impiega appena 7’ per riportare La Fiorita sulla linea di galleggiamento. Il gol partita, che consegna a Luciano Mularoni la seconda vittoria su due da quando siede sulla panchina gialloblù, lo firma Roberto Di Maio poco oltre la metà della prima frazione di gioco. Adesso gli sforzi del Cailungo si concentreranno sulla conquista della quarta posizione, valevole per l’ultimo ticket utile nel girone per l’accesso al Q1 e al momento occupata dalla Libertas, che può contare su un solo punto di vantaggio sui cugini di Castello. 

Ha dovuto attendere un giorno in più del previsto ma anche il Fiorentino può festeggiare l’accesso al Q1 con un turno di anticipo. La gara con il Faetano, sospesa ieri per nebbia al 29’ minuto sul punteggio di 1-1, è ripartita oggi ad Acquaviva e ad aggiudicarsela, alla fine, è stata proprio la formazione di Campo, che ringrazia Simone Rossi (a segno anche ieri per il momentaneo 1-0) e Andrea Ceccoli, quest’ultimo autore del provvisorio 2-1. Niente da fare in casa Faetano, cui non è bastato il primo gol stagionale di Eric Fedeli (a segno ieri per il momentaneo 1-1) per evitare la sesta sconfitta su sei gare, con la consapevolezza che lo zero alla voce punti fatti lo accompagnerà sino alla fine di questa fase, dal momento che nel prossimo turno – l’ultimo – riposerà. 

Uno degli incontri più attesi di giornata era quello fra il Tre Fiori, capolista del Gruppo B, e il Tre Penne, che aveva nel mirino la posizione del Murata e con essa l’ultimo pass rimasto vacante nel girone per l’accesso al Q1. Nicola Gai, al 21’, illude la formazione allenata fino all’altro ieri da Luigi Bizzotto (e quest’oggi affidata a Claudio Bertoni), ma il solito Andrea Compagno (a segno in tutte le gare disputate finora, Coppa Titano inclusa) provvede a ristabilire la parità dopo appena 4’. Il gol che consegna il successo (il 6° su 6 gare, il 7° su 7 contando anche la Coppa Titano) alla squadra di Cecchetti arriva a ridosso del 90’ con la firma di Danny Gasperoni. Nei pochi minuti rimanenti il Tre Penne non perviene alla rete del 2-2, anche perché nel frattempo Michele Simoncelli lascia i suoi in 10 per un rosso diretto. 

Continua a rimanere digiuna di vittorie la Virtus, oggi piegata dalla Juvenes-Dogana per effetto di un solo gol, quello segnato da Alessandro D’Elia in piena ripresa. Niente sorpasso al San Giovanni per i neroverdi, mentre la Juvenes scavalca il Tre Penne e diventa la prima inseguitrice del Murata (con appena un punto di ritardo) per l’ultimo pass Q1 disponibile nel Gruppo A. Verdetto rimandato alla prossima giornata, con il Tre Penne defilato ma non ancora del tutto estromesso dalla lotta.