Gioved 18 Aprile21:59:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

'Ha la sinusite', lo operano e muore ma la diagnosi era errata: famiglia chiede un milione di euro

Cronaca Rimini | 08:54 - 05 Novembre 2018 'Ha la sinusite', lo operano e muore ma la diagnosi era errata: famiglia chiede un milione di euro

Un risarcimento milionario per la scomparsa del proprio congiunto. Un milione di euro è quanto chiede alla Ausl la famiglia di un 45enne di Santarcangelo deceduto dopo una diagnosi, a loro dire, non corretta. La vicenda risale al novembre del 2017. L'uomo aveva subito un intervento a Cesena per una sinusite. Secondo quanto appurato dai consulenti della famiglia, il problema del loro congiunto sarebbe stato ben più grave e legato ad occlusioni acute di diversi vasi arteriosi del circolo polmonare. Una situazione clinica che lo ha portato alla morte nel giro di pochi giorni. A seguito del decesso i familiari hanno contattato un legale, l'avv. Pier Paolo Piccinini che ha scritto all'Ausl. L'autopsia disposta ha fatto risultare che l'uomo è deceduto per trombo embolia polmonare. La famiglia ha così deciso di aprire una causa civile contro l'Ausl per "colpa medica".