Luned́ 21 Settembre09:16:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio 1a Cat: Sant'Ermete, terza vittoria di fila. Battuto 3-0 l'Athletic Poggio nel derby

Sport Santarcangelo di Romagna | 16:42 - 01 Novembre 2018 Calcio 1a Cat: Sant'Ermete, terza vittoria di fila. Battuto 3-0 l'Athletic Poggio nel derby

ATHLETIC POGGIO: Sebastiani, Ceccarini (73' Fornino), Cupioli, Casadei, Campanelli, De Paoli D., Valentini (54' Astolfi), Succi (77' Fontana), Zaghini (59' Manfroni), Gacovicaj (78' Bernucci), Della Marchina.

In panchina: Pellegrino, De Paoli, Pagliarani. All. Damato

SANT'ERMETE: Gentili, Fini, Genghini, Ciccarelli (65' Contadini), Zavattini N., Mussoni; Gentile, Quarta (50' Marcaccio); Zavattini L. (76' Bettini), Vukaj (79' Molari), Belloni (70' Castiglioni). 

In panchina: Vandi, Bonifazi, Giorgini, Rossi. All. Pazzini.

ARBITRO: Angelini di Rimini.

RETI: 16' rigore Vukaj (S), 64' Genghini (S), 70' Belloni (S).


Torna a sorridere il Sant'Ermete, dopo 5 partite chiuse senza punti all'attivo, i "verdi" allenati da Pazzini hanno imboccato la squadra giusta, con tre vittorie nelle ultime tre gare. Il rotondo 0-3 a danno dell'Athletic Poggio è un'ulteriore iniezione di morale per il Sant'Ermete, che sblocca il risultato al 16': Belloni cade in area sul contatto con Campanelli, rigore dubbio che Vukaj trasforma, confermandosi uno specialista dagli undici metri. L'Athletic Poggo sfiora il pareggio al 32' con una potente punizione di Casadei, Gentili respinge, ma soprattutto al 44', quando Zaghini da posizione favorevole calcia a lato. Nella ripresa al 50' pregevole scambio tra Ciccarelli e Luca Zavattini, la sfera arriva a Gentile che non calcia subito, cercando un dribbling di troppo: chiuso dalla difesa, conclude sull'esterno della rete. Il Sant'Ermete raddoppia al 64', con un lancio lungo che viene prolungato dal tacco di Vukaj: combinazione tra Belloni e Genghini che finalizza. I "verdi" padroni del campo fanno tris al 70' con un filtrante in profondità del neo entrato Contadini, che smarca Belloni. L'ex Igea Marina salta Sebastiani in uscita e deposita nella porta sguarnita. Due minuti dopo ci prova Manfroni da posizione defilata, sull'assist di Della Marchina, ma la palla termina alta. Stessa sorte per un tentativo del neo entrato Molari, ex di turno, all'85'.