Gioved 20 Giugno06:23:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo: in consiglio comunale sì a finanziamenti per nuove opere, manutenzioni e interventi per 300mila euro

Attualità Santarcangelo di Romagna | 15:22 - 31 Ottobre 2018 Santarcangelo: in consiglio comunale sì a finanziamenti per nuove opere, manutenzioni e interventi per 300mila euro

L’ultimo consiglio comunale a Santarcangelo si è aperto dopo il ricordo del sindaco Alice Parma di Primo Antolini, recentemente scomparso all’età di 97 anni. Noto ai più per l’attività imprenditoriale nell’azienda di famiglia, Antolini è stato uno dei protagonisti della vita di Santarcangelo nel dopoguerra: insignito della Medaglia d’onore dal Presidente della Repubblica per la deportazione in Germania, ricoprì la carica di consigliere comunale nel primo mandato del dopoguerra, eletto il 6 ottobre 1946 nelle file del PSI. Prima dei lavori il sindaco ha ricordato Desirée Mariottini, la ragazza di Cisterna Latina violentata e uccisa nei giorni scorsi. Testimoniando il cordoglio dell’amministrazione comunale e la vicinanza ideale alla famiglia della ragazza, il sindaco ha espresso preoccupazione per il dilagare della violenza contro le donne e le situazioni di fragilità sociale, per far fronte alle quali i servizi pubblici devono profondere tutto il proprio impegno.
 
Dopo la presentazione e la risposta alle interrogazioni, i lavori del Consiglio comunale sono proseguiti con la presentazione dell’attività svolta dal Centro per le famiglie aperto nel 2005 e attualmente ospitato presso due locali della stazione ferroviaria. Le attività del Centro rivolte ai tre Comuni della bassa Valmarecchia – ha spiegato la coordinatrice Elena Nati – sono innanzitutto di carattere informativo e di orientamento rispetto alle opportunità e ai servizi in ambito educativo e sociale, con 1.657 accessi nel 2017. L’attività di consulenza ha invece registrato 26 percorsi di mediazione familiare rivolti ai genitori in corso di separazione per un totale di 75 incontri, mentre sono state 478 le consulenze inerenti la sfera educativa familiare, un sostegno psicologico per i genitori in difficoltà rispetto al percorso di crescita dei figli fino a 18 anni. Numerosi infine i laboratori, gli incontri e le conferenze dedicati alla neogenitorialità, dai corsi di accompagnamento alla nascita alle attività laboratoriali genitore-bambino fino ai laboratori per genitori di adolescenti.
 
In chiusura di dibattito l’assessore ai Servizi sociali e sanitari Danilo Rinaldi ha sottolineato come il Centro per le famiglie – organizzato sulla base delle linee guida della Regione Emilia-Romagna che ogni anno eroga un contributo di poco inferiore ai 16.000 euro per l’attività del centro, a cui si aggiungono altri finanziamenti per ulteriori 15.000 euro – costituisca una realtà consolidata particolarmente importante per il supporto qualificato alle famiglie, sia per quanto riguarda l’attività informativa tesa a far conoscere le diverse opportunità, sia per le funzioni di consulenza.
 
Il vicesindaco e assessore al bilancio Emanuele Zangoli ha poi illustrato la variazione all’esercizio 2018 del bilancio 2018/2020 riguardante l’applicazione di parte dell’avanzo di amministrazione 2017. Grazie all’utilizzo di parte dell’avanzo di amministrazione dello scorso anno per circa 154.000 euro verranno finanziati i lavori di manutenzione al ponte bailey di San Vito e saranno cofinanziati per 50.000 euro i lavori del Consorzio di Bonifica per realizzare il nuovo sistema di scolo a San Bartolo (costo complessivo 220.000 euro).
La variazione di bilancio, invece, è resa possibile da maggiori entrate per un totale di 147.000 euro, derivanti dal gettito arretrato di Ici, Imu e Tari per 73.000 euro, da proventi per sanzioni amministrative per 60.000 euro e da contributi regionali diversi per circa 15.000 euro. Con questi fondi vengono finanziati una serie di interventi fra cui manutenzioni (asfaltature, linee elettriche, parchi e giardini, ecc) per 86.000 euro, attività in ambito turistico per 45.000 euro e contributi scolastici per circa 10.000 euro. La variazione di bilancio è stata approvata con i voti favorevoli di Pd e Sinistra Unita, hanno votato contro Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Progetto civico e il consigliere Montevecchi mentre Una mano per Santarcangelo si è astenuta.
 
L’assessore alla Pianificazione urbanistica Filippo Sacchetti ha quindi illustrato l’atto di indirizzo per lo sviluppo della pianificazione territoriale comunale alla luce della nuova normativa regionale. Completata l’adozione degli strumenti urbanistici previsti dalla legge regionale 20/2000 e in vista dell’entrata in vigore della nuova normativa, ha in sostanza spiegato l’assessore Sacchetti, l’Amministrazione comunale ribadisce la volontà di intervenire sullo strumento generale (Psc) inserendo – in continuità con le linee già contenute nelle varianti al Rue e nei Poc già approvati – politiche e misure improntate ai cardini della rigenerazione urbana e del recupero dell’esistente, nell’ottica di una strategia sostenibile, compatibile con il benessere sociale della comunità e con l'obiettivo di consumo zero di suolo. Negli ultimi anni, infatti, è sempre più marcata la sensibilità nei confronti della tutela del territorio, dello stato di salute dell’ambiente e dell’ecosistema, in particolare nelle aree di pregio e di qualità paesaggistica riconosciute dal circuito internazionale Cittaslow di cui Santarcangelo fa parte. Entro la scadenza del mandato amministrativo verranno pertanto avviate le procedure per dare attuazione agli indirizzi espressi dall’Amministrazione comunale attraverso la redazione di una variante al Psc.
 
In chiusura di dibattito il sindaco Alice Parma ha invitato tutti i consiglieri comunali a portare il proprio contributo nell’ambito dei lavori della competente commissione consiliare, affinché la variante al Psc possa contare sull’effettiva partecipazione di ogni singolo consigliere.
 
L’atto di indirizzo – emendato su proposta del consigliere Walter Vicario – è stato approvato con i voti favorevoli di Pd, Sinistra unita per Santarcangelo, Forza Italia, Progetto civico e del consigliere Montevecchi, mentre si sono astenuti Movimento 5 Stelle e Una mano per Santarcangelo.
 
È stata infine approvata all’unanimità la mozione del consigliere Andrea Novelli (Una mano per Santarcangelo) per l’istituzione del senso unico in via Felice Cavallotti, mentre è stato respinto l’ordine del giorno del consigliere Matteo Montevecchi dal titolo “Non permettere, né finanziare manifestazioni in contrasto con la legge dello Stato”: a favore hanno votato il consigliere Montevecchi, Progetto civico e Forza Italia, contro Pd e Sinistra unita. Si è invece astenuto il Movimento 5 Stelle.