Venerd́ 22 Marzo06:39:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sequestro patrimoniale, persona da anni residente a Rimini ritenuta legata a clan mafioso

Cronaca Rimini | 15:19 - 25 Ottobre 2018 Sequestro patrimoniale, persona da anni residente a Rimini ritenuta legata a clan mafioso

La Guardia di Finanza di Rimini ha messo nel mirino un 36enne originario di Bari, pluripregiudicato, da anni residente a Rimini e per due anni sottoposto a regime di sorveglianza speciale, perché ritenuto affiliato a un clan pugliese. Il Gip Benedetta Vitolo ha emesso, nei confronti dell'uomo, un provvedimento di sequestro richiesto dal Sostituto Procuratore Davide Ercolani ed eseguito dalla Finanza, avente per oggetto un vincolo cautelare patrimoniale su una polizza assicurativa di 50.000 euro intestata al pregiudicato. 

Secondo le vigenti norme in materia di prevenzione antimafia, il 36enne – in quanto soggetto socialmente pericoloso - avrebbe dovuto comunicare, per 10 anni dalla decorrenza del provvedimento di sorveglianza speciale, tutte le variazioni nell'entità e nella composizione del patrimonio superiori a 10.000 euro. 

Tuttavia, le indagini svolte dalle Fiamme Gialle riminesi, anche mediante l’utilizzo delle banche dati a disposizione, hanno accertato che tra il 2008 e il 2012 l'uomo, pur dichiarando redditi esigui al fisco, aveva movimentato capitali per 130.000 euro.