Giovedý 25 Aprile22:50:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pennabilli sbarca in Europa, in arrivo 30 giovani da 5 nazioni. Si cercano studenti per scambio Erasmus

Attualità Pennabilli | 12:11 - 24 Ottobre 2018 Pennabilli sbarca in Europa, in arrivo 30 giovani da 5 nazioni. Si cercano studenti per scambio Erasmus

Pennabilli sbarca in Europa. L’Unione Europea ha infatti approvato, nell’ambito del progetto Erasmus, il progetto europeo di scambio giovanile intitolato Enteruralship, presentato dall’associazione pennese Chiocciola la casa del nomade, che vede coinvolti partner di Repubblica Ceca, Grecia, Italia, Portogallo, Romania e Spagna.
Il progetto, elaborato con la collaborazione di tre professionisti europei, Hanny Castro, Noa Philsalis e Vojta Äák, conferma la volontà e la capacità di Chiocciola di operare sui temi dell'abitare, del paesaggio rurale e dello sviluppo d’impresa giovanile. In questo modo si vuole creare un’opportunità per chi vive in zone che offrono ai giovani meno opportunità rispetto alle aree urbane.

Il progetto prevede di ospitare a Pennabilli - dal 30 novembre all’11 dicembre - 30 giovani, tra i 18 e i 26 anni provenienti dagli stati partner. In questo periodo si svolgeranno diverse attività riguardanti la cultura, l'educazione e l'attivismo sociale, con l’obiettivo di consentire a questi giovani, attraverso lo scambio, l’acquisizione di nuove abilità e competenze utili all’inserimento nel mercato del lavoro.
Nel corso delle attività verranno elaborati sei progetti che al termine dello scambio saranno implementati nei territori di riferimento.
L’associazione è dunque alla ricerca di 5 giovani del territorio dell’Alta Valmarecchia che vogliano partecipare al progetto di scambio e chiede alle aziende o alle organizzazioni locali di aprire le porte a questi giovani internazionali per raccontare le loro pratiche e il loro modo di fare impresa in aree rurali.
 
Il progetto è finanziato dall’Unione Europea e non si tratta di formazione ma di uno scambio, questo offre la possibilità di confrontarsi con giovani di altre nazioni, scoprire pratiche di lavoro diverse, aumentare la rete di contatti internazionali per lo sviluppo di nuove idee, conoscere e approfondire esperienze già costituite, visitare più consapevolmente tramite l’apporto di uno sguardo proveniente dall’esterno i luoghi del nostro territorio.
I partecipanti torneranno a casa con nuove idee da sviluppare nei loro contesti di origine e dovranno fare almeno una azione, anche se piccola, da riportare al gruppo di lavoro che poi potrà continuare ad essere di supporto.
 
Così commentano i promotori del progetto: ”Ci teniamo a sottolineare l’importanza del fatto che 30 giovani di nazioni e culture diverse abbiano la possibilità di confrontarsi su bisogni e opportunità, in particolare nelle aree rurali, iniziando così a costruirsi una rete europea di contatti per continuare a fare progetti insieme. Questo è stato ciò che è avvenuto anche per noi promotori e che ha consentito l’elaborazione di questo progetto. L’Europa è una grande opportunità per i giovani.”



Per informazioni e iscrizioni scrivere a: 
edu@chiocciolalacasadelnomade.it 
www.facebook.com/chiocciolalacasadelnomade