Mercoledž 24 Aprile02:29:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gnassi, creati muri tra livelli istituzionali: 'Questione bando periferie per certi versi senza precedenti'

Attualità Rimini | 17:48 - 23 Ottobre 2018 Gnassi, creati muri tra livelli istituzionali: 'Questione bando periferie per certi versi senza precedenti'

In Italia "da almeno 15 anni a questa parte si è progressivamente affievolita l'idea stessa di istituzione. Si sono creati muri alti tra diversi livelli istituzionali, a volte in un crescente senso di sfiducia reciproca", fino ad arrivare, nelle ultime settimane, alla "questione del bando periferie, per certi versi, senza precedenti". Così, il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi è intervenuto, in un passaggio del suo saluto, all'apertura della 35/a assemblea nazionale dell'Anci. A giudizio del primo cittadino riminese "si è cominciato tempo fa, annunciando tagli fiscali per poi costringere gli Enti locali alla parte dei 'cattivi', aumentando i tributi per non morire e per garantire i servizi primari. Si è arrivati a oggi con la questione del bando periferie, per certi versi senza precedenti, e che solo adesso può essere sanata dal buonsenso e da un accordo tra Anci e Governo, me lo si consenta, promosso e ottenuto grazie anche alla sacrosanta protesta dei Comuni coinvolti e dal lavoro del nostro Presidente Antonio Decaro". Guardando al futuro, ha proseguito Gnassi, "per poter immaginare una visione di sviluppo", nella veste di "sindaci, chiederemmo un patto con lo Stato centrale: più responsabilità e più autonomia. In cambio del rispetto dell'equilibrio di bilancio. Più autonomia organizzativa - ha concluso - fiscale e d'investimento in cambio del rispetto e del contributo all'equilibrio dei conti del Paese. Sembra poco, ma è tutto".