Domenica 21 Aprile18:51:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

PAGELLE Imolese - Rimini 3-1, in difesa si salva Petti. Lanini trascina i rossoblu

Sport Rimini | 21:04 - 21 Ottobre 2018 PAGELLE Imolese - Rimini 3-1, in difesa si salva Petti. Lanini trascina i rossoblu

SCOTTI 5.5: un intervento strepitoso con i piedi, al limite dell'area, ma ha delle responsabilità sul raddoppio di Lanini, benché coperto in quella occasione.

VENTURINI 5: Lanini è un cliente terribile, lui gioca di posizione evitando anticipi pericolosi. Ma nella ripresa affonda inevitabilmente contro il forte attaccante rossoblu. 

BRIGHI 5: rispetto a Ferrani, lavora meno in impostazione, pensando soprattutto al rinvio spazza area. Inizia la ripresa con due errori in trenta secondi (Scotti rimedia), poi viene fatto a fette dalle brucianti ripartenze avversarie.

PETTI 6: anticipi decisi, quando c'è da battagliare non si tira indietro, 'ringhiando' su Mosti e Rossetti. Come spesso accade funge da regista arretrato. Nella ripresa riesce comunque a rimanere saldo nonostante tutto. Evita guai sul 3-0, chiudendo perfettamente sull'ennesima incursione dello scatenato De Marchi.

SIMONCELLI 5.5: lavora un paio di palloni interessanti per Candido e Volpe, sfiora il gol. Ma difende poco: dalle sue parti l'Imolese sfonda troppe volte.

VARIOLA 6: nella prima mezz'ora di gioco intercetta alcuni palloni importanti, interrompendo le fitte trame di gioco degli avversari. Dimostra una buona personalità cercando il tiro, ma Rossi non imita Valentini della Triestina e il gol non arriva. 

ALIMI 5.5: parte pressando molto alto, preziosa la sua fisicità per chiudere gli spazi alle triangolazioni avversarie. Poi nella ripresa manca il suo filtro davanti alla difesa.

GUIEBRE 6: sfida Garattoni, uno dei migliori terzini del campionato, lavorando tanto in fase di pressing. E' sempre uno degli ultimi ad arrendersi. 

CANDIDO 6: si esalterebbe nel giro palla dell'Imolese, nel Rimini deve adeguarsi a una squadra fisica impostata sul pressing forsennato. Quando può, mette in mostra la sua visione di gioco. Nella ripresa trova il tiro dopo uno spunto personale, ma Rossi blocca.

VOLPE 5.5: nel primo tempo Carini in più di un'occasione lo ferma con grande abilità. Un assist pregevole per Simoncelli è la cosa migliore della sua partita.

CICAREVIC 5.5: per come è stata impostata la partita, erano inevitabili le sue difficoltà. Tuttavia dopo i primi venti minuti prova a farsi coraggio e lavora qualche pallone interessante. Ma non basta.

CECCONI 6: entra con impegno, poi la difesa dell'Imolese gli prende le misure. Nel recupero sfrutta l'uscita a vuoto di Rossi per infilarlo. 

BANDINI 6: sfoggia un buon cross, sia su azione che da fermo. 

BUONAVENTURA 6: colpisce il palo dal limite dell'area.

DANSO 5.5: fatica a entrare in partita, commettendo diversi falli.

BATTISTINI 6: avvia l'azione del palo di Buonaventura recuperando caparbiamente un pallone, cerca l'inserimento in area venendo chiuso dall'uscita bassa di Rossi. 

ALL.RIGHETTI 5: nella prossima partita diventa fondamentale dare equilibrio alla squadra. La difesa a tre non è il problema; il problema è trovare il giusto assetto tra centrocampo e attacco. Deve dare la svolta, trovando le soluzioni. 


ROSSI 5.5: tra i pali è sicuro, ma continua ad avere difficoltà nelle palle alte. 

GARATTONI 6.5: uno dei migliori terzini della categoria, appassionante il duello con Guiebre.

CHECCHI 7: grande senso della posizione, sicuro in fase di impostazione del gioco.

CARINI 7: nel primo tempo chiude più volte ogni varco a Volpe. Dirige la difesa con impagabile sicurezza.

SCIACCA 6.5: il difensore scuola Inter soffre all'inizio, ma poi esce con autorevolezza. Un salvataggio decisivo su cross di Bandini.

VALENTINI 6.5: intesa perfetta con Garattoni, l'ex Santarcangelo recupera più di un pallone prezioso e copre bene le spalle al compagno, quando avanza.

CARRARO 7: lucido regista d'orchestra. Dimenticati i tempi in cui furoreggiava nel vivaio della Fiorentina da trequartista, merita di riprendersi il calcio che conta nel suo nuovo ruolo.

GARGIULO 7: poco prima del 2-0 sembra quasi rifiatare, poi torna a macinare chilometri e a recuperare palloni. L'Imolese lo ha preso al Pontedera, non alla Juventus...

MOSTI 6.5: ha il merito di farsi trovare pronto sul cross di Rossetti. Ripaga la fiducia di Dionisi che lo ha preferito a Belcastro. 

ROSSETTI 6.5: centravanti forte fisicamente, ha il guizzo migliore quando si allarga a sinistra, provocando il gol di Mosti.

LANINI 7.5 (il migliore): l'attaccante scuola Juve è giocatore che ha tecnica di categoria superiore. Delizia il Galli con controlli felpati, finte e giocate di qualità. Grande visione di gioco nel lanciare i compagni a rete. Il gol premia una partita di altissimo livello.

BELCASTRO 6: non sfrutta un buon assist di De Marchi, mostra qualche lampo di classe.

DE MARCHI 7.5: sul gol del 3-0 sembra di vedere Ibrahimovic. Entra in partita con la giusta cattiveria. Devastante quando parte in progressione anche sulla fascia.

SABER 6: eccede nella foga di un intervento, prendendo un cartellino giallo. Comunque entra in campo con determinazione e voglia di guadagnarsi una maglia da titolare.

GIOVINCO 6: entra quando l'Imolese pensa più a gestire che ad affondare ancora i colpi.

ZUCCHETTI S.V.

ALL.DIONISI 8: l'Imolese stupisce per il coraggio e la sicurezza nel cercare sempre di giocare la palla a partire dai difensori. Davanti non ha i Caracciolo e i Vantaggiato, ma i suoi ragazzi affondano i colpi con abilità.