Giovedý 21 Marzo16:03:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sblocco fondi bando periferie, sindaco Rimini prudente: 'aspettiamo l'accordo nero su bianco'

Attualità Rimini | 17:54 - 18 Ottobre 2018 Sblocco fondi bando periferie, sindaco Rimini prudente: 'aspettiamo l'accordo nero su bianco'

Il Governo ha assicurato il ripristino dei fondi del bando periferie, cancellati un mese e mezzo fa con il decreto milleproroghe. Ne ha dato notizia il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. Rimini avrà i 18 milioni di euro di finaniamento per la riqualificazione del lungomare di Rimini Nord. Martedì Bonaccini aveva preannunciato un ricorso alla Consulta in caso di mancato sblocco.

Nel pomeriggio è arrivato anche il commento del sindaco di Rimini, Andrea Gnassi.

“Come Anci e sindaci d’Italia siamo reduci da un lungo lavoro tecnico e amministrativo teso a fare il punto sulla questione bando periferie. Oggi il presidente di Anci, Antonio De Caro, mi confermato come il Governo abbia annunciato che i 325 Comuni aventi diritto torneranno ad avere a disposizione i fondi del bando periferie, sospesi lo scorso agosto.

Un atto che probabilmente è anche da mettere in relazione agli annunci da parte dei Comuni, Rimini compreso, e della Regione Emilia Romagna di procedere altrimenti con ricorsi legali a tutti i livelli.

Se si tratta di una buona notizia o dell’ennesima boutade, lo scopriremo nelle prossime ore, quelle cioè che serviranno al Governo per mettere nero su bianco i nuovi accordi e garantire a Rimini i 18 milioni di euro per la riqualificazione dell’area di Rimini Nord. Fare le gare e accendere le ruspe hanno bisogno di atti amministrativi certi, precisi nei dettagli; fino a che non saranno chiari questi non ha senso tirare quel sospiro di sollievo da parte di chi è ingiustamente in apnea da due mesi a questa parte.

Si va avanti per piccoli passi ma come Anci, Comuni e Regioni non recediamo a che ci venga restituito quanto dovuto ai riminesi e a 20 milioni di italiani che dovranno beneficiare dei progetti legati al bando periferie”.