Domenica 27 Settembre06:43:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Vende il camper, ma quando porta in banca l'assegno scopre la truffa dell'acquirente. Riminese a processo

Cronaca Rimini | 07:21 - 21 Ottobre 2018 Vende il camper, ma quando porta in banca l'assegno scopre la truffa dell'acquirente. Riminese a processo

Acquista un camper usato da un privato, ma lo paga con un assegno scoperto. Un 36enne di Rimini, attualmente detenuto all'estero, è a processo nella sua città di origine per truffa. I fatti risalgono al settembre 2014: l'imputato vide l'annuncio di vendita on-line del camper, da parte di un cittadino di Reggio Emilia. All'incontro, il riminese si presentò con un assegno circolare non trasferibile con l'importo pattuito, 18.000 euro. La fretta tradita dall'acquirente insospettì la titolare dell'agenzia pratiche auto che si occupò del passaggio di proprietà. La donna avvisò il venditore che, una volta andato in banca a riscuotere l'assegno, si accorse di essere stato truffato: il conto associato a quell'assegno era stato infatti chiuso nel 2011. Il truffato presentò denuncia alle forze dell'ordine, mentre il camper fu ritrovato nel 2017 a Foggia, non più in disponibilità del riminese.


La foto del camper è di repertorio, a carattere dimostrativo. Non si tratta del camper oggetto del reato.