Sabato 25 Maggio09:38:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Blitz nell'azienda cinese a Riccione: trovati lavoratori in nero e clandestini

Cronaca Riccione | 18:44 - 16 Ottobre 2018 Blitz nell'azienda cinese a Riccione: trovati lavoratori in nero e clandestini

Martedì mattina a Riccione i Carabinieri, affiancati dal Nucleo Ispettorato del Lavoro e dalla Polizia Municipale, hanno effettuato un controllo ad un'attività manufatturiera di viale Enna. All'interno sono stati trovati 20 cittadini cinesi, di cui due, entrambi 50enni, clandestini. L'attività lavorativa si svolgeva in locali privi di uscite di sicurezza e mezzi antincendio, in violazone della normativa vigente. L'Asl procederà per le verifiche di carattere sanitario. Il titolare dell'azienda, un 48enne cinese residente nel trevigiano, sarà segnalato all'autorità giudiziaria per aver impiegato due lavoratori in nero privi di permesso di soggiorno. I due sono stati accompagnati in Questura, a Rimini. 

Sulla vicenda, l’ On. Assessore Elena Raffaelli esprime “grande apprezzamento per la brillante operazione eseguita questa mattina dai Carabinieri e dal Comando Intercomunale di Polizia Locale di Riccione per i positivi risultati conseguiti, finalizzati a contrastare ogni situazione di illegalità a danno delle imprese oneste e virtuose della nostra città. Mantenere sicura la città e  i suoi cittadini significa anche perseguire attività economiche abusive che rappresentano un danno per gli imprenditori che seguono scrupolosamente le regole, sopportandone anche i costi. Un buon lavoro di squadra è l’impegno quotidiano del nostre forze dell’ordine alle quali rinnovo il mio ringraziamento".