Luned́ 19 Agosto04:54:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cinque appuntamenti musicali per bambini e ragazzi, ecco 'Contaminando..a scuola'

Attualità Rimini | 17:44 - 16 Ottobre 2018 Cinque appuntamenti musicali per bambini e ragazzi, ecco 'Contaminando..a scuola'

L'Associazione Culturale Rimini Classica, con il patrocinio del Comune di Rimini, organizza per l’anno scolastico 2018/19 una rassegna di cinque spettacoli musicali denominati Contaminando…a scuola, presso la Sala del Giudizio Universale del Museo della città di Rimini e l'Auditorium dell'Istituto Musicale Lettimi, per gli studenti delle scuole dell’infanzia, elementari, medie e superiori di Rimini e provincia.


Martedì 20 novembre 2018, ore 9.30 e 10.45, Sala del Giudizio: Quartetto Lettimi, l'Americano. Il quartetto d'archi, due violini, viola e violoncello, è il cuore dell'orchestra sinfonica, tutto parte da qui. Tutti i più grandi compositori hanno scritto per questa formazione, perchè le possibilità di contrappunto, di differenza timbrica, di ampiezza armonica e di cantabilità sono praticamente infinite. I massimi capolavori sono del periodo romantico e oggi ne proporremo uno dei più celebri: l'opera 12 di Dvorak, “Americano”. Insieme a Dvorak, per mostrare le possibilità timbriche pressoché inifnite del quartetto, eseguiremo anche 2 pezzi più moderni e struggenti di Ennio Morricone e Karl Jenkins utilizzati anche nei film e nella pubblicità come colonne sonore.


Mercoledì 21 novembre 2018, ore 9.30 e 10.45, Sala del Giudizio: Le Penne dell'Orco. Tratto da “L’Orco con le penne”, favola garfagnana estense inserita ne “FIABE ITALIANE - raccolte dalla tradizione popolare durante gli ultimi cento anni e trascritte in lingua dai vari dialetti” di Italo Calvino, lo spettacolo si rivolge ai bambini dai 4 ai 12 anni. In scena un attore e un musicista che, usando l’immaginazione, dovranno essere così abili da suggerire al loro piccolo pubblico azioni rocambolesche e personaggi di fantasia, stimolando così la creatività dei presenti. L’idea di questo lavoro viene dall’esigenza di far recuperare ai bambini la loro capacità di inventare dal niente, di creare un mondo che nasce nell’immaginario infantile. Ispirati anche dall’etimologia delle parole creare e crescere, verbi latini che condividono la radice KAR, che si ritrova nel sanscrito KAR- OTI (creare, fare). Il significato si estende anche a fare dal nulla, generare, formare, etc. contrariamente a quanto succede oggi con la televisione, i videogiochi e i giocattoli moderni, una volta i bambini crescevano per strada, inventando giochi di gruppo o creando storie con bastoncini e foglie secche. L’idea è di far riscoprire al bambino (e spesso ai genitori) che ci si può divertire anche con poco o con niente, con quello che si trova in casa o in giardino, senza bisogno di costosi giocattoli che rischiano di rendere chi gioca sempre più passivo. Così lo spettacolo viene narrato e rappresentato utilizzando unicamente quello che l’attore e il musicista trovano sul palco. Ecco che con la fantasia un calzino di lana può trasformarsi in un serpente, una noce di cocco in un cavallo, o una trombetta in una spada, ecc. ecc.  Il tutto accompagnato da curiosi strumenti suonati dal vivo. 


Martedì 5 febbraio 2019 marzo, ore 9.30 e 10.45, Auditorium del Lettimi: Brahms, viola e pianoforte.  Il duo strumento ad arco e pianoforte è la base della musica “colta” e le due sonate di Brahms per viola e pianoforte, di cui ascolteremo alcuni movimenti, sono fra i massimi esempi di musica da camera di ogni tempo. Aldo Zangheri alla viola e Tamuna Gigaushvili al pianoforte concluderanno poi il concerto con alcuni brani moderni utilizzati nelle colonne sonore, per un concerto adatto a tutti.


Martedì 26 febbraio 2019, ore 9.30 e 10.45, Sala del Giudizio: Le colonne sonore dei cartoni animati. C'è un ragazzino che non ha mai sognato di essere Lupin o Ufo Robot e una ragazzina Candy Candy o l'Ape Maia? Con le splendide voci di Ala Ganciu e Marco Giorgi, accompagnate dal quatretto Eos, sarà un tuffo nelle magiche atmosfere dei cartoni animati, con le sigle che hanno fatto la storia della televisione italiana e con i disegni con la sabbia del “mago” Mauro Masi che rapiranno i ragazzini e li trasporteranno in una atmosfera incantata. Arrangiamenti originali di Marco Capicchioni.


Martedì 5 marzo 2019, ore 9.30 e 10.45, Sala del Giudizio: Within the Beatles. Album d’esordio del duo Miscellanea Beat, è un’operazione coraggiosa che smonta e ricostruisce quindici brani di una band che ha segnato un’epoca, le cui musiche e testi sono ormai patrimonio di tutti.
In Within the Beatles non ci sono le armonie vocali tipiche dei FabFour, né tantomeno la batteria di Ringo Starr; ciò nonostante Costa e Marches mantengono in perfetto equilibrio libertà di esecuzione e rispetto delle composizioni. Un fumetto ne impreziosisce il packaging puntando apertamente sul connubio musica/arte visiva. Massimo Modula, artista eclettico, pittore, illustratore, cura l’originalissimo l’artwork che vede Ringo Starr e Paul McCartney svegliati in piena notte da una musica familiare proveniente dal tetto… “maybe we’re still dreaming” dice Paul. 


La durata dei concerti sarà di 55 minuti circa. Il biglietto di ingresso per ogni studente è di euro 5,00. Gli studenti diversamente abili, gli accompagnatori e gli insegnanti saranno ospiti, usufruendo del biglietto omaggio.