Mercoled 22 Maggio12:24:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Prolungamento molo levante del Porto di Cattolica, i lavori dureranno cinque mesi

Attualità Cattolica | 14:47 - 16 Ottobre 2018 Prolungamento molo levante del Porto di Cattolica, i lavori dureranno cinque mesi

Si è tenuto martedì un tavolo tecnico sulle operazioni riguardanti il prolungamento e completamento del molo di levante del porto regionale di Cattolica. Si è discusso sullo stato di avanzamento dei lavori e dell’attuazione, secondo la tempistica stabilita, del cronoprogramma del progetto. Hanno preso parte all’incontro tutti gli Enti interessati dai lavori, le capitanerie di Cattolica e Gabicce, tecnici e funzionari del Comune. In particolare, la ditta Adria Rilievi sta conducendo le misurazioni batimetriche (calcolo della profondità) e la raccolta di campioni di sedimenti. Si tratta di operazioni preliminari e propedeutiche alla realizzazione del prolungamento. I dati raccolti ed i sedimenti verranno trasferiti ad Arpae che ha il compito di effettuare l’analisi di quanto ricevuto. Si studieranno, infatti, gli eventuali effetti indotti dal prolungamento del molo con misurazioni sino Riccione. La tempistica prevista per il completamento di questa fase è fissata per la metà di novembre.


Al contempo stanno andando avanti le procedure autorizzative necessarie che debbono pervenire dalle varie Autorità marittime cointeressate dall’opera. Come da cronoprogramma, una volta terminate queste fase preparatorie, sono previsti cinque mesi di lavori serrati fino a completamento del nuovo pennello del Porto. L'opera è necessaria allo scopo di eliminare e contenere entro limiti accettabili l’agitazione ondosa residua nel porto canale e nelle due darsene, nonché di migliorare le condizioni di accessibilità al porto da parte delle imbarcazioni da pesca e da diporto, in presenza di mareggiate. Nello specifico si tratta di realizzare un allungamento di circa 30 metri, inclinato di 135° rispetto all’asse del molo esistente e di circa 40° rispetto al nord. La Ecotec, così come presentato in offerta, utilizzerà un calcestruzzo ad alta resistenza e massi della Dalmazia permettendo così la continuità cromatica con le opere già esistenti.