Sabato 21 Settembre05:43:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sapori d'autunno e arte a Montefiore Conca, ogni domenica di ottobre è festa

Eventi Montefiore Conca | 13:36 - 16 Ottobre 2018 Sapori d'autunno e arte a Montefiore Conca, ogni domenica di ottobre è festa

L’autunno è arrivato con i suoi odori, i suoi colori e soprattutto i suoi sapori che con dolcezza e calore ci accompagnano verso la stagione fredda.

A Montefiore Conca da sempre questo mese è un mese di festa: tutte le domeniche di ottobre infatti il borgo si anima di musica, mercatini d’artigianato e di prodotti locali e soprattutto con gli odori dei frutti più famosi del suo territorio: le castagne.

Dopo la grande affluenza delle scorse domeniche si continua domenica 21 e 28 con la 54° edizione della Sagra della cstagna. Sarà possibile mangiare le caldarroste nella piazzetta proprio sotto le possenti mura del borgo fortificato.

Non dimenticate di salire nel punto più alto del centro storico, alla Rocca Malatestiana che per l’occasione sarà aperta fino le ore 20:00 e per chi vorrà, sarà possibile scoprirne le peculiarità storico artistiche aggregandosi a visite guidate che dalle 10,30 prenderanno avvio ca. ogni ora.

Una visita d’obbligo quella del castello che quest’anno oltre ad un tuffo nel passato medievale prevede anche un viaggio tra esperienze artistiche del presente. All’interno della struttura museale infatti, ancora fino al 31 ottobre, sarà visitabile la mostra collettiva d'arte contemporanea a cura di Mary Paolucci e Enrica Sparaventi. L’esposizione vede avvicendarsi tra le sale e la corte del castello un’interessante produzione artistica di ben 16 rappresentanti dell’arte del nostro territorio: Patrizio Ambrosini, Tiziana Baronciani, Giovanni Bellantuono, Giancarlo Bugarin, Raffaele Damaini, Rita Maccagnani, Adriano Orciari, Michele Panicali, Oriana Perrone, Luigi Petitto, Mara Pianosi, Pierotti Rossana, Alceo Pucci, Enrica Sparaventi, Sauro Tonucci, Leopold Van Itallie. Pittura, scultura ed installazione dialogano con la fortezza malatestiana riservando ad ogni visitatore spunti di riflessione e d’emozione come solo le espressioni artistiche sanno fare.