Mercoledý 03 Marzo15:35:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Torna la Festa del Fungo di San Sisto: buona tavola, arte ed escursioni nel verde

Eventi Marche | 13:20 - 27 Settembre 2018 Torna la Festa del Fungo di San Sisto: buona tavola, arte ed escursioni nel verde

Tutto pronto a San Sisto per l’inaugurazione della 51° edizione della Festa del Fungo in programma nei week end del 29/30 settembre e 6/7 ottobre. L’iniziativa, presentata nella bella cornice del ristorante ‘Bel Sit’ di Pesaro, riserva anche quest’anno tanti appuntamenti per gli appassionati della micologia e della buona tavola, a partire dall’opportunità di acquistare i prelibati funghi locali direttamente dai produttori, nella fiera che aprirà i battenti nelle domeniche della festa (dalle 9,30), oppure di assaggiarli negli stand gastronomici e nelle cantine (apertura dalle ore 18.00) che, per l’occasione, li proporranno anche abbinati ai ceci e alle lenticchie di San Sisto in squisite zuppe o primi piatti di pasta.

Imperdibili per gli intenditori gli appuntamenti con la Mostra Micologica regionale nella quale sono esposti innumerevoli tipologie di funghi con l’illustrazione delle loro caratteristiche (inaugurazione 7 ottobre ore 11.00), la mostra ‘Funghi commestibili, tossici e velenosi’ (Centro Cisam, 30 settembre dalle 11.00) e l’ormai tradizionale appuntamento con ilconcorso ‘Raccoglitore di Funghi’ che premierà chi avrà saputo portare alla commissione giudicante il maggior numero di funghi commestibili o velenosi (premiazione 7 ottobre – ore 17.00). Non mancano eventi legati al mondo del’arte: da segnalare la partecipazione dell’associazione Urbino In Acquerello che grazie all’impegno del presidente Antonio Ruggeri e della direttrice artistica professoressa Soha Khalil, proporrà nell’ambito della Festa una esposizione di opere in acquerello di artisti brasiliani e italiani che potranno essere ammirate all’interno del Museo del Fungo (30 settembre – Centro Cisam). Sono previste, inoltre, due attività nelle giornate di domenica 30 settembre e domenica 7 ottobre: una pittura ‘en plein air’ (dalle 10.00 alle 12.00) aperta a tutti i partecipanti che saranno seguiti dagli artisti Nadia Ugolini, Paola Mainardi e Rosanna Bellucci e un laboratorio d’acquerello per bambini e adulti con l’intervento di Enza Galluzzo e Sabrina Deluca (dalle 15.30 alle 17.00).


Si andrà poi alla scoperta della natura con due appuntamenti:‘Slow trek’ Inno alla lentezza’, passeggiata botanico-naturalistica all’insegna del lento camminare per boschi (30 settembre dalle 9,30) e l’escursione che quest’anno porterà i partecipanti alla riserva micologica ‘Rotebo’ di San Sisto, una cerreta montana ad alto fusto tipica del Montefeltro, in un ambiente costituito da bosco, pascoli, cespugli, rocce e torrenti e che poi proseguirà in direzione del Sasso Simone (7 ottobre dalle 9,30 – info e prenotazioni 335.1743538). E’ previsto anche un momento di approfondimento, con il convegno “Agricoltura di montagna: ambiente, turismo e gastronomia” (6 ottobre - Centro Cisam ore 10.00) realizzato in collaborazione con CIA, Università di Urbino e Istituto Superiore ‘Cecchi’ di Villa Caprile.


Non mancheranno, inoltre, gli appuntamenti con lo spettacolo e l’intrattenimento per grandi e bambini: in programma esibizioni di danzatori, comici, trampolieri e stornellatori, oltre all’organizzazione di laboratori e all’animazione per i più piccoli, il tutto arricchito da musica dal vivo con le migliori orchestre e musica con dj.


Per i buongustai sono due gli eventi da segnare in agenda:‘Le Cene del Bosco’ l’iniziativa realizzata in collaborazione con Confesercenti che permette di gustare fino al 1 ottobre nei ristoranti aderenti menù completi a base di funghi al prezzo promozionale di 20 euro (bevande escluse – prenotazione obbligatoria). Aderiscono alla promozione i ristoranti: Al vecchio Mulino (Frontino - cell. 320.0491690), Lago Verde (Pennabilli tel. 0541.915012), Sci Bar La Baita (Villagrande di Montecopiolo – Tel. 0722.78180), La Gatta (Lunano – Tel. 0722.70117), Da Emilio (San Sisto - tel. 0722.740223). Si ricorda che la prenotazione nei ristoranti è obbligatoria. In tavola, sarà possibile gustare antipasti come il crostino con patè di funghi o la zuppetta di ceci di san Sisto con porcini, le tagliatelle fatte a mano ai funghi misti e la zuppa di lenticchie di San Sisto con guanciale e aromi come primi, seguiti da secondi quali la faraona alle prugne con porcini fritti o la tagliata di manzo con funghi porcini e patate novelle di Montecopiolo. Tutti i menù chiudono con dolce e caffè. L’evento gastronomico dell’edizione 2018 è la serata gourmet che si svolgerà al ristorante ‘La Gatta’ di Lunano lunedì 1 ottobre(prenotazione obbligatoria al numero 0722.70117) con un ricco menù all’insegna di prodotti scelti del territorio a prezzo promozionale. Nel corso della serata sarà consegnato il premio ‘San Sisto buona Italia’ a un personaggio che si è distinto per la valorizzazione dei prodotti del Montefeltro. Ad introdurre la serata e ad illustrare l’abbinamento cibo e vino sarà l’enogastronomo e sommelier Otello Renzi.


“Protagonisti delle nostre iniziative sono sempre i ristoranti e i prodotti del territorio –spiegano Pier Stefano Fiorelli e Giorgio Bartolini presidente e direttore Confesercenti di Pesaro e Urbino - crediamo infatti che gastronomia e turismo siano sempre più collegati tra loro e possano costituire il valore aggiunto della nostra offerta turistica e commerciale. Buona tavola, tradizione enogastronomica e qualità delle materie prime –aggiungono- sono i biglietti da visita vincenti per far conoscere la nostra provincia e la nostra regione su un mercato nazionale ed internazionale”.


“Anche quest’anno la Festa è un’occasione per promuovere le nostre risorse ambientali ed enogastronomiche, avvicinando i visitatori al fantastico mondo della micologia – spiega il presidente della Mostra Micologica Risiero Severi - abbiamo proposto un ricco cartellone di eventi che abbina approfondimento, spettacolo e buona tavola con uno sguardo particolare al legame tra agricoltura di montagna e turismo: la nostra idea è quella di specializzarci nella ricerca e nella produzione di prodotti di nicchia che possano essere un volano per far conoscere il territorio ed attirare qui sempre più turisti”.


Foto Ballante

< Articolo precedente Articolo successivo >