Lunedė 01 Marzo16:35:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Cocoricò riparte dai 'trenta': un anno di rilancio, nuovi target e più sicurezza

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Riccione | 12:15 - 26 Settembre 2018 Il Cocoricò riparte dai 'trenta': un anno di rilancio, nuovi target e più sicurezza

"Un anno di ripartenza, in cui ci siamo proposti obiettivi diversi, un miglioramento del target e massima attenzione alla sicurezza”: così Fabrizio De Meis, general manager del Cocoricò traccia un bilancio della stagione estiva appena conclusa del locale più famoso della riviera che quest’anno ha raggiunto il trentesimo anno di attività. E’ stato sicuramente l’anno della rinascita dopo gli ultimi anni molto difficili, è stato un vero e proprio anno di cambiamento e rottura con il passato, un anno di un piccolo rilancio della riviera da cui ripartire. Un anno che ha coinvolto diversi partner e che ha dato una sentenza inequivocabile, riportare la riviera al centro dell’intrattenimento e del mondo giovanile di qualità attraverso sinergie tra aziende del divertimentificio, collaborazioni con le istituzioni e sinergie con il territorio e piani di sicurezza adeguati.

 

Recependo l’input dato dall’amministrazione e dalle istituzioni si è appunto lavorato per migliorare il target dei servizi, dei piani di sicurezza e prevenzione, ed una serie di attività dedicate ad aumentare il legame con il territorio come per esempio la card gratuite per tutte le attività e per i loro dipendenti, e la speciale card residenti con un prezzo favorevole del 50% con la presentazione del documento di identità.

Seguendo le linee guida dell’Assessorato competente il locale ha provveduto a garantire  mediante apposito personale e  strutture mobili e di segnalazione  (transenne), l’afflusso ed il deflusso dei partecipanti alle serate, rispettando i criteri di buon vicinato con gli abitanti della collina e l’ arrivo e la partenza dei turisti con appositi servizi navetta; 
“In collaborazione con le forze dell’ ordine Questura Carabinieri e Guardia di Finanza ai quali rivolgo il mio ringraziamento per il supporto – afferma De Meis -  è stato attuato un piano della sicurezza con controlli sia all’ esterno del locale (parcheggio) che all’ingresso della discoteca al fine di combattere l’ eventuale uso e spaccio di stupefacenti. Per contrastare l’abuso di alcol abbiamo predisposto un apposito controllo all’ingresso del parcheggio vietando l’ingresso con bottiglie o bevande alcoliche in generale dei documenti all’acquisto ed all’ingresso del locale, si è dotato il cliente maggiorenne di bracciale colorato che gli permettesse di usufruire dei servizi bar alcolici e vietato dunque ai minorenni sprovvisti di detto bracciale. Si è dotato il locale di un punto di primo soccorso con relativa ambulanza polifunzionale e personale infermieristico sul posto dall’inizio al termine della serata. Con la costituzione dell’area di prefiltraggio all’ingresso del locale si è fornito il cliente oltre che dell’area di decompressione e area fumatori, di adeguato punto ristoro offrendo loro un servizio ed evitando la possibilità degli avventori di raggiungere l’aria parcheggi se non nel momento di andare via dalla serata, permettendo un miglior controllo del pubblico durante lo svolgimento della serata.

L’estate del trentennale del Cocorico è stata la più grande rassegna di eventi della storia di un club italiano, una vera e propria parata di stella del mondo della musica di ogni genere musicale, di artisti che sono venuti a rendere omaggio al più importante club italiano ed una delle discoteca più importanti al mondo, oltre 30 superstar hanno partecipato a questa lunga rassegna, hanno partecipato ai speciali eventi memorabilia  tutti gli artisti che negli anni hanno fatto la storia del club riccionese, oltre a popstar di ogni genere musicale, house, tecno, dance, commerciale, edm, raggaeton, hip hop, il trentennale del Cocorico ha ospitato concerti dei 3 dei primi 5 dj al mondo, abbiamo voluto mettere al centro della piramide la musica senza più barriere, non più il tempio della tecno, ma il tempio della musica, senza barriere sociali e musicali, la rottura con il passato è totale il Cocorico diventerà la casa della musica senza nessuna distinzione se non quella della qualità che si tratti di ospitare musica, concerti e rassegni musicali.

Abbiamo cercato di collaborare con tante altre strutture, con l’obiettivo di migliorare il prodotto riviera convinti che sia l’unica strada per tornare ad essere al centro del divertimento notturno di qualità.  Proprio in questa direzione è stato creato con l’Altromondo Studios il progetto Riviera che ha riportato in Riviera 10 dei primi 20 dj al mondo, dando un importante impulso al turismo italiano ed estero”.

Per citare qualche numero sono stati 70 gli eventi che il locale ha organizzato nelle varie strutture con 80.000 presenze.

Nel periodo di Giugno si è registrato un calo del 30% di giovani e la prima settimana di ferragosto e dopo il 20 Agosto un calo del 20% di giovani.

Un incremento del 30% di giovani c’è stato invece nel periodo tra 15 Luglio e 30 Luglio e nella settimana centrale di Agosto.

Sono stati circa 10.000 stranieri principalmente dalla Germania, Svizzera ed Olanda.

Collaborando con altre strutture attraverso la DAMS sono stati venduti circa 8000 pacchetti settimanali. Sempre attraverso al DAMS è stato fatto un servizio di trasporti autonomi di circa 20.000 giovani.  Hanno lavorato 60 dipendenti e 50 operatori di sicurezza a rotazione.

Per  quanto riguarda il futuro De Meis  guarda prima di tutto al prossimo inverno: “Inizieremo la stagione invernale con il party di Halloween il 31 Ottobre 2018.

La stagione del trentennale è appena entrate nel vivo, e questo inverno sarà l’occasione per organizzare una serie di eventi dedicati alla storia della musica che il Cocorico prima di altri ha raccontato per anni in cui è stato pionere in italia di sonorità sconosciute, e di raccontare l’inizio dell’arte teatrale e delle performance notturne che hanno fatto del Cocorico il più grande teatro notturno italiano. L’appuntamento clou sarà l’evento di capodanno dove stiamo cercando di realizzare il più grande capodanno mai realizzato in Italia per rendere omaggio alla storia del Cocorico e del suo trentesimo anniversario. Il prossimo passo sarà connettere il Cocorico con tutto il mondo internazionale con un tour nelle più importanti città europee, saremo nei prossimi giorni ad Ibiza ed Amsterdam in occasione di appuntamenti importanti, fiere internazionali della musica dove sono presenti tutti i più importanti operatori internazionale per pianificare la prossima stagione estiva per segnare il passo del cambiamento, con la progettazione in largo anticipo della stagione estiva 2019 che speriamo segni il rilancio definitivo della riviera e che possa tornare a dare anche soddisfazioni economiche a tutte le aziende del divertimentificio che hanno sofferto così tanto nelle ultime stagioni, con la convinzione che solo unendo le forze si possa veramente segnare una svolta, il Cocorico c’è e ci sarà a fare la sua parte pronta a collaborare con tutti quelli che condividono questi obiettivi”.

 

In audio intervista a Fabrizio De Meis, General Maneger Cocoricò di Mary Cianciaruso

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >