Sabato 06 Marzo18:15:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, all'esordio la Fiorita, Fiorentino e Tre Penne fanno il colpo in trasferta

Sport Repubblica San Marino | 03:04 - 23 Settembre 2018 Calcio RSM, all'esordio la Fiorita, Fiorentino e Tre Penne fanno il colpo in trasferta

La sfida tra Tre Fiori e Juvenes-Dogana si è risolta in favore degli uomini di Cecchetti (3-1), passati a condurre nel corso della prima frazione con la mezzala sammarinese Andrea Tamagnini – che poi a referto ci finirà anche per doppia ammonizione, concretizzatasi nell’allontanamento dal campo a risultato oramai acquisito –. Il club di Serravalle non può certo dirsi fortunato visto l’incrocio dei pali spolverato da Gasperoni nel corso della prima frazione di gara, mentre nella ripresa è il cinismo gialloblu ad emergere e a manifestarsi con le reti dell’inedita coppia gol Apezteguia-Compagno; in particolare quest’ultimo si è reso più volte pericoloso dalle parti di Guerra nel corso dell’incontro. Ad indorare la pillola – in casa Juvenes-Dogana – ci ha pensato Antonioni, a segno nel finale con un tiro-cross velenoso che si è insaccato sul palo più lontano ed ha finito per regalare il primo dispiacere, pur senza compromettere il successo finale, ad Aldo Simoncini – all’esordio col Tre Fiori –.
 
Nel segno della continuità invece i successi di Tre Penne e La Fiorita, passati a condurre con due volti noti del Campionato Sammarinese: partendo dai detentori del titolo – freschi di Triplete –, è infatti Fabrizio Castellazzi (foto) a sbloccare l’incontro con il Faetano a metà della prima frazione di gioco. Gli uomini di Alberto Manca non trovano il modo di chiudere l’incontro nel corso della sfida e finiscono per complicarsi la vita nel finale, quando la doppia ammonizione di Loiodice rende tutto più difficile per il club di Montegiardino. Il Faetano si sbilancia per tentare di capitalizzare la superiorità numerica, ma le occasioni sono sempre per La Fiorita con Amati e – soprattutto – con Rinaldi; il capitano si vede infatti respingere il rigore del potenziale 2-0 da Ermeti, che mantiene vive le speranze di agguantare il pareggio in extremis, senza che queste riescano però a concretizzarsi.
 
Impiega un’ora di gioco invece il Tre Penne ad incamerare il successo al debutto sulla Virtus, che incassa lo svantaggio poco prima della mezz’ora direttamente dal dischetto: a capitalizzare il rigore procurato da Angelini ci pensa Simoncelli, che non lascia scampo a Lelli. L’estremo difensore neroverde tornerà a raccogliere il pallone dal sacco più volte nel corso della ripresa, quando il club di Città è capace di andare a segno per tre volte in sette minuti: Angelini, Gai e Cibelli – tra il 55’ ed il 62’ – chiudono definitivamente i conti, formalizzando la vittoria dei biancoazzurri di Bizzotto. Non è però finita qui: c’è anche gloria per Patregnani infatti, che al 70’ cala il pokerissimo con un colpo di testa perfetto, e nuovamente per Michael Angelini. L’esordio in campionato con la maglia del Tre Penne per l’ex attaccante di Folgore e Murata è infatti caratterizzato da una doppietta, completata al 79’ con una gran conclusione a giro. L’avvio terribile della Virtus prende le dimensioni dell’8-0, risultato finale griffato nel recupero da Kevin Marigliano.
 
A Domagnano si sono invece sfidate Cailungo e Fiorentino, che hanno dato vita ad un incontro piuttosto equilibrato e combattuto nel quale gli episodi – come spesso accade – hanno finito per fare la differenza. In primis l’espulsione di Iuzzolino, che ha nettamente spostato l’ago della bilancia a favore dei ragazzi di Massimo Campo. Il tecnico torna dunque in rossoblu dopo l’esperienza al Domagnano, esattamente come Enea Jaupi che riprende da dove aveva lasciato e cioè dal gol: splendida la combinazione che ha portato il bomber di origini albanesi a battere da breve distanza, sbloccando l’incontro con la rete che risulterà poi determinante ai fini del successo finale.
 
Completano il programma della prima giornata di Campionato Sammarinese 2018-19 le sfide di domenica pomeriggio, a partire dall’incrocio di Montecchio tra Murata e Folgore. I bianconeri dovranno provare a riscattare un annata decisamente storta, nonostante l’avversario che gli si parrà di fronte non è esattamente il più comodo del lotto. La Folgore infatti ha tutte le intenzioni di riprendersi quello che il destino le ha tolto: la finale di Campionato decisa da una fortuita deviazione di Rossi e la clamorosa autorete di Sartori in Europa League, sono episodi che raramente una società sperimenta sulla distanza di stagioni, figuriamoci di settimane.
 
Sarà anche la domenica di Domagnano-Libertas e San Giovanni-Pennarossa: c’è curiosità attorno alle rose allestite dalle società biancorosse, alla prese con annate opache e la voglia di emergere che anche il nuovo format della competizione sembra poter garantire. Decisamente più ricco di contenuti tecnici il confronto tra Domagnano e Libertas: entrambe approdate ai play-off di Campionato Sammarinese lo scorso anno, hanno deciso di cambiare guida tecnica. I Lupi ripartono da Cristian Protti, già allenatore dei giallorossi due anni fa, mentre i granata di Borgo Maggiore hanno affidato il progetto a Nicola Berardi.
 
 
IL PROGRAMMA Tre Fiori Juvenes-Dogana 3-1; Faetano-La Fiorita 0-1; Cailungo- Fiorentino 0-1; Virtus-Tre Penne 0-8; Murata-Folgore 23/09 15:00 Domagnano Libertas 23/09 15:00; San Giovanni -Pennarossa 23/09 15:00

 
 

< Articolo precedente Articolo successivo >