Venerdì 26 Febbraio10:45:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, approvato il bilancio consolidato: sono 11 le società partecipate del Comune

Attualità Riccione | 09:37 - 19 Settembre 2018 Riccione, approvato il bilancio consolidato: sono 11 le società partecipate del Comune

Con il via libera della giunta al bilancio consolidato 2107 e all’aggiornamento degli elenchi delle società partecipate,  il comune di Riccione ha delineato la situazione economica, finanziaria e patrimoniale della complessa attività svolta dall’ente consentendo una visione d’insieme che sarà sottoposta al vaglio del Consiglio Comunale del 25 settembre settembre come previsto per legge. Delle società in cui il Comune di Riccione possiede una quota di partecipazione sono 11 quelle che rientrano  nell’elenco degli enti oggetto di consolidamento per l’esercizio 2017: Geat, New Palariccione srl, Società Italiana Servizi s.p.a., Acer, Apea Raibano srl, Farmacie Comunali di Riccione spa, Romagna Acque - Società delle Fonti spa, A.m.r, P.M.R., Lepida s.r.l. e Aspea s.p.a.

Un’operazione completa che individua enti, aziende e società che compongono il GAP (Gruppo Amministrazione Pubblica) del Comune e la tipologia di queste inserite nel bilancio consolidato.

I risultati complessivi rilevano una struttura patrimoniale del gruppo solida con una chiusura d’esercizio in netto miglioramento rispetto al 2016: ammonta ad oltre 5.500.000 euro nel 2017 contro circa 300.000 euro del 2016.

Tra le partecipate  la New Palariccione s.r.l. ha chiuso il 2017 con il dato record di 200.000 euro di fatturato, positiva anche la gestione di Geat con un utile di 86.000 euro e Sis con 500.000 euro.

 "Il bilancio consolidato 2017 mostra la solidità patrimoniale del Comune - dichiara l’assessore al bilancio Luigi Santie allo stesso tempo dimostra la capacità di gestire con efficacia l’attività dell’amministrazione. Grazie all’impegnativo lavoro svolto dagli uffici e dai cda delle partecipate, possiamo permetterci di dire che la strada virtuosa intrapresa non solo è gusta ma difficilmente potrà subire stravolgimenti".

< Articolo precedente Articolo successivo >