Giovedý 25 Febbraio11:24:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Alta Valmarecchia, cresce protesta per rincari autobus studenti: 'ripristinate vecchio abbonamento a 10 mesi'

Attualità Valmarecchia | 16:04 - 18 Settembre 2018 Alta Valmarecchia, cresce protesta per rincari autobus studenti: 'ripristinate vecchio abbonamento a 10 mesi'

Il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Pompignoli, fa suo un ordine del giorno approvato all’unanimità dal consiglio comunale di Sant’Agata Feltria e, in tandem con il Vice Sindaco Paolo Ricci, chiede “un passo indietro della Regione sul fronte della cosiddetta zonizzazione del territorio regionale ai fini tariffari, ripristinando anche la possibilità di poter usufruire del vecchio abbonamento scuola 10 mesi”.


“Il nuovo abbonamento ha suscitato molte lamentele a causa degli aumenti e del metodo adottato nella ripartizione a zone del territorio  – spiega Pompignoli – le aree più colpite da questo provvedimento sono quelle montane o periferiche, ovvero le più distanti dai plessi scolastici urbani, dove il costo dell’abbonamento ha subito un aumento pari al 30%.”

“La situazione in Valmarecchia è paradossale – aggiunge il Vicesindaco di Sant’Agata Paolo Ricci – il sistema non consente di applicare una tariffa diversa alla corsa più corta: la matrice zonale infatti presenta un unico valore, per ciascuna relazione di viaggio. Nella pratica, a fronte dello stesso kilometraggio, una famiglia si ritrova con un abbonamento più caro rispetto a quello di un’altra che risiede in una ‘zona’ tariffaria diversa ma limitrofa.”


Alle proteste dell’Amministrazione di Sant’Agata Feltria si sono unite anche quelle degli altri Comuni della Valmarecchia che chiedono di rivedere la possibilità di acquistare un abbonamento valido solo 10 mesi, visto che la quasi totalità dei ragazzi ne usufruisce solo nel periodo scolastico e che molte delle tratte di linea vengono sospese durante i mesi estivi.

“La cosa più assurda – concludono Pompignoli e Ricci – deriva dal fatto che si impone l’obbligo, in capo alle famiglie, di acquistare un abbonamento annuale che, nella pratica, viene sfruttato solo durante il periodo scolastico perché nei mesi estivi molte delle linee del trasporto pubblico locale vengono sospese”.

< Articolo precedente Articolo successivo >