Giovedý 24 Settembre19:59:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La nuova Serie C: zoom sulla Ternana, la 'corazzata' è la prima avversaria del Rimini

Sport Nazionale | 12:27 - 14 Settembre 2018 La nuova Serie C: zoom sulla Ternana, la 'corazzata' è la prima avversaria del Rimini

Allenata dal confermato De Canio, è la grande favorita per la vittoria del girone B. La Ternana inizierà il campionato di Serie C con la rabbia per il mancato ripescaggio nella 'cadetteria' e sarà subito un test probante per il Rimini, impegnato in casa di una formazione senza apparenti punti deboli. Un portiere di sicuro affidamento come Iannarilli, una difesa e un centrocampo ricco di elementi di esperienza e solidità, un attacco sulla carta devastante. Rosa abbondante di alternative in ogni reparto. Unico neo la pressione: la squadra del patron Bandecchi è la favorita d'obbligo, con tutti gli oneri che conseguono a questo status.  

PUNTI DI FORZA: ha perso bomber Montalto e ha visto partire tutti i titolari della passata stagione, fatta eccezione per Defendi, ma sul mercato non si è risparmiata. La coppia Nicastro-Vantaggiato, con i rifornimenti di Furlan, è chiamata a segnare i gol promozione. Giocatori come Salzano, Vives e Altobelli portano solidità al centrocampo. Da non sottovalutare anche l'ipotesi difesa a tre, con Vives arretrato nel ruolo di regista difensivo e Fazio schierato come terzino destro, né l'ipotesi di una squadra a trazione anteriore, un 3-4-3 con Defendi e Furlan esterni e il tridente Nicastro-Vantaggiato-Bifulco.

INCOGNITA: De Canio deve trovare in fretta l'amalgama, visto che nell'undici titolare c'è solo un giocatore della Ternana 17-18, cioè capitan Defendi. Un punto debole potrebbe essere la coppia difensiva Bergamelli-Diakité: forte fisicamente, ma potrebbe soffrire gli attacchi veloci. 

LA STELLA: facile spendere il nome di bomber Vantaggiato. L'uomo chiave della Ternana può essere invece Federico Furlan, esterno offensivo classe '90 scuola Milan. Non segna tanto, ma sulla fascia sinistra rientra pericolosamente sul suo piede favorito, il destro, pennella cross per i compagni e mette in difficoltà le difese con le percussioni palla al piede. E' anche un ottimo esecutore di calci piazzati. 

LA RIVELAZIONE: dovranno conquistarsi un posto in squadra, ma sono due tra i due giovani più promettenti del panorama italiano. Tommaso Pobega (classe '99), dal Milan in prestito, è una mezzala forte fisicamente e dal tiro potente, che ha il solo difetto, oltre all'inesperienza, di portare troppo spesso palla, ma ha tutte le doti per imporsi anche tra i professionisti. Karlo Butic (classe '98) è arrivato in prestito dal Torino nonostante la concorrenza di squadra di Serie B. Centravanti possente fisicamente, non rapidissimo, ma bravo nel gioco palla a terra e abile nello smarcarsi dalle marcature avversarie.

FORMAZIONE (4-3-3): Iannarilli - Fazio Diakité Bergamelli Lopez - Defendi (Pobega) Vives Salzano (Altobelli) - Nicastro (Bifulco) Vantaggiato (Butic) Furlan.

R.G.