Domenica 28 Febbraio14:17:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Avp 501, annullata la gara podistica più lunga del mondo: segnaletica sabotata e scarsa organizzazione

Sport Pennabilli | 19:31 - 04 Settembre 2018 Avp 501, annullata la gara podistica più lunga del mondo: segnaletica sabotata e scarsa organizzazione

Triste epilogo per la prima edizione dell’Avp501, endurance Trail, la gara podistica più lunga del mondo. A soli due giorni dalla partenza domenica 2 settembre a Pennabilli, che aveva visto schierati quasi 100 atleti che avrebbero dovuto percorrere 500 km fra i sentieri dell’Alta Via dei Parchi, per arrivare domenica 9 settembre a Berceto ( PR), l’organizzazione dell’evento martedì mattina alle 8 ha emanato un comunicato in cui ha dichiarato chiusa la gara per “ problemi legati a manomissioni della tracciatura del percorso.” Non potendo garantire la totale sicurezza dei partecipanti in vista del maltempo previsto in questi giorni, i concorrenti sono stati fermati e convogliati al rifugio che si trova circa a metà percorso, al km 253.
Lungo tutto il percorso, infatti, si sono verificati diversi episodi di mancanza di segnaletica e tracciature adeguate del percorso, che fanno sospettare episodi di manomissione da parte di chi magari, in tempo di raccolta funghi, non gradiva un passaggio così massiccio di atleti nei boschi e nei sentieri del nostro Appennino.  E il maltempo di questi giorni ha complicato ulteriormente la situazione.
Ma fra i concorrenti serpeggia un certo malumore, in quanto si lamenta anche una scarsa organizzazione sin dai primi km del percorso: fra sentieri non adeguatamente segnalati, punti di ristoro insufficienti, mancanza di rifornimenti e indicazioni chilometriche sbagliate, quella che voleva essere la gara podistica più lunga del mondo si è rivelata probabilmente un’impresa troppo grande da organizzare con le risorse a disposizione dell’Alta Via dei Parchi, che pur con tutto l’impegno e la tenacia dei volontari che hanno creduto in questo progetto ( un ragazzo si è anche rotto un femore cadendo in bicicletta mentre correva sotto la pioggia a ripristinare la segnaletica mancante ), secondo qualche concorrente non era sufficientemente ed economicamente attrezzata per affrontare un impegno di tale portata.  Rimane l’amarezza e la delusione degli organizzatori e dei partecipanti, ma il ritrovo a Berceto domenica è comunque confermato per applaudire e premiare l’impegno e lo sforzo di chi ha partecipato all’impresa

< Articolo precedente Articolo successivo >