Sabato 23 Febbraio18:29:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lavori per la villetta non procedono, architetto 'sparisce' con progetti e viene denunciata

Cronaca Riccione | 06:11 - 28 Ottobre 2018 Lavori per la villetta non procedono, architetto 'sparisce' con progetti e viene denunciata

I rapporti tesi tra architetto e committente sono destinati a finire in Tribunale, con il professionista accusato di appropriazione indebita. Protagoniste della vicenda due donne riminesi, una 40enne e l'architetto che fu incaricata, nei primi mesi del 2016, di realizzare il progetto per una villetta in bioedilizia, nell'entroterra di Riccione. Inizialmente i rapporti furono molto cordiali, tanto che l'architetto si fece assegnare anche la direzione lavori e la coordinazione relativa all'esecuzione dell'opera. Con l'inizio dei lavori sorsero le prime criticità, tanto più che la committente fu costretta ad avvalersi di altri professionisti per il perfezionamento del progetto. I rapporti tra le parti iniziarono ad essere tesi, anche perché la villetta, da piani, doveva essere ultimata entro la fine del 2017. Il ritardo ha costretto la 40enne a rimanere nella sua attuale abitazione, pagando l'affitto. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è quanto avvenuto a metà luglio. L'architetto ha comunicato la sua assenza fino al 15 settembre, congelando di fatto i lavori. La 40enne, non potendo aspettare, ha interpellato un altro architetto, ma quest'ultimo si è trovato impossibilitato ad agire, in quanto sprovvisto dei disegni esecutivi e quindi ignaro dei dettagli di progettazione necessari per poter subentrare. Alla collega che aveva iniziato i lavori fu dato, dalla committente, un termine entro il quale mettere a disposizione gli 'incartamenti'. Dei progetti non si è vista neppure l'ombra: la 40enne ha deciso così di presentare denuncia, incaricando l'avvocato Piero Venturi.