Venerdý 30 Luglio15:05:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Wwf premierà Omar il bagnino eroe, picchiato brutalmente per aver difeso delle meduse

Attualità Rimini | 15:13 - 29 Agosto 2018 Il Wwf premierà Omar il bagnino eroe, picchiato brutalmente per aver difeso delle meduse

Il fatto è avvenuto la scorsa settimana al bagno 62, dove il bagnino di salvataggio Omar Guidi aveva invitato un cittadino di Bellaria a rilasciare le meduse che lui e suo figlio avevano catturato in mare. Per tutta risposta l’energumeno lo ha colpito con una paletta di ferro, con tanta violenza da spezzarla, tentando poi addirittura di strangolarlo. E solo l’intervento dei presenti ha evitato il peggio. Era intervenuta allora la polizia e l’uomo è stato denunciato per lesioni personali.  Il WWF di Rimini annuncia ora anche una denuncia per maltrattamento di animali, in quanto, prima di colpire il bagnino, l’uomo, ormai fuori di se’, con la stessa paletta aveva fatto a pezzi le meduse catturate.

“Come WWF – dichiara Claudio Papini , locale presidente dell’associazione – alla luce di quanto avvenuto, esprimiamo piena solidarietà al bagnino, che ha fatto con coraggio il suo dovere professionale e civico, e presenteremo una denuncia per maltrattamento e uccisione di animali  contro l’autore di questo gesto assurdo e violento, espressione di totale ignoranza e  mancanza di rispetto per gli uomini come per gli animali. Al bagnino di salvataggio poi, come premio per il suo coraggio, il suo senso civico  e la sua attenzione alla vita del mare, offriamo invece la iscrizione gratuita al WWF e un attestato di merito al valore ambientale, che gli consegneremo all’Oasi WWF Ca’ Brigida a Verucchio, in occasione di una delle prossime iniziative dell’associazione”.

Il WWF di Rimini sottolinea poi la innocuità delle meduse presenti in Adriatico, quasi sempre della specie Rhizostoma pulmo o Polmone di mare, riconoscibili per la loro bellissima livrea bianco/crema bordata di blu/viola, ed  invita comunque i bagnanti a rispettare in mare le meduse, come ogni altro essere vivente, evitando al massimo per prudenza di toccarle e prenderle in mano.

< Articolo precedente Articolo successivo >