Mercoledý 16 Ottobre23:12:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, 175 anni fa nasceva primo stabilimento balneare. Sindaco: "Nacque di fatto l’industria del turismo"

Turismo Rimini | 17:53 - 30 Luglio 2018 Rimini, 175 anni fa nasceva primo stabilimento balneare. Sindaco: "Nacque di fatto l’industria del turismo"

Conferenza stampa presso il giardino del Grand Hotel di Rimini, per presentare i positivi riscontri sui media internazionali di Rimini, nell’arco temporale di due estati, quella del 2017 e l’attuale. L’incontro è avvenuto significativamente il 30 luglio 2018 “esattamente a 175 anni di distanza- ha spiegato il sindaco, Andrea Gnassi- da quel 30 luglio 1843 quando con l’inaugurazione del primo stabilimento balneare a Rimini nacque di fatto l’industria moderna del turismo”.
Oggi, prosegue il sindaco, “Rimini sta innalzando il suo standing turistico internazionale. Già lo scorso anno, per la prima volta da termpo, il peso delle presenze turistiche estere ha superato la barriera del 30 per cento. E nei primi 5 mesi del 2018, dati Istat, abbiamo potuto registrare un + 9 per cento di pernottamenti di stranieri in rapporto ai numeri record del 2017”.
L’ampia rassegna stampa del 2017 e 2018, scaturita dai media cinesi, tedeschi, russi, del Regno Unito, statunitensi, “testimonia questo nuovo posizionamento della Riviera romagnola e di Rimini- è il commento di Andrea Gnassi- perché dà l’idea che quanto viene percepito oltralpe non si ferma al racconto. C’è grande attenzione verso Federico Fellini e la filosofia della ‘vita dolce’. Proprio Fellini e il Parco del Mare sono le due pietre sulle quali erigere la nuova internazionalizzazione di Rimini
L’assessore regionale al turismo, Andrea Corsini, ha sottolineato come questi risultati sui mercati esteri siano frutto di un lavoro pluriennale, con l’obiettivo concreto, entro il 2019, di “innalzare oltre il 30 per cento di presenze turistiche estere sul totale dell’intera Emilia Romagna. Siamo partiti da eccellenze  emiliano romagnole ‘ambasciatrici’, conosciuti nel mondo per la loro matrice eccellente italiana e stiamo riuscendo a farne ‘icone’” capaci di generare presenze turistiche diventando prodotti nell’ambito di progetti articolati come Motor Valley e Food Valley.”.
Le centinaia di articoli nell’arco di 12 mesi, dal New York Times alla Suddeutsche Zeitung, al conferimento da parte di Lonely Planet del riconoscimento di ‘Best Destination in Europe 2018’ “nascono- afferma Corsini- non solo da un lavoro di promozione. Dopo l’estate, come Regione, vareremo una legge che consentirà ai Comuni virtuosi di intervenire sul prodotto turistico. Non solo, abbiamo intenzione di disporre due nuove ‘business unit’, unità organizzative, per lavorare rispettivamente sul comparto congressuale e quello sportivo, in modo da, pur restando ferme le singole competenze, presentarci uniti per spingere il nostro prodotto soprattutto sui mercati internazionali”.