Domenica 16 Dicembre07:54:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

'Alleanza per la salute': Garden e Steven coi Poliambulatori Valturio ed Esculapio: visite specialistiche a prezzi calmierati

Attualità Rimini | 15:22 - 13 Luglio 2018

“Alleanza per la salute, una Sanità per tutti”. E’ lo slogan del progetto che coinvolge da un lato il Garden e lo Steven e dall’altro i poliambulatori Valturio ed Esculapio rivolto agli iscritti delle importanti due strutture sportive della città di Rimini, vale a dire quasi 13mila persone dagli adulti ai giovanissimi atleti (sono 2.500). Si tratta di una vera e propria sinergia tra sport e medicina mirata alla cura e soprattutto alla prevenzione delle patologie. Una sorta di sanità sociale: visite specialistiche qualificate a prezzo calmierato.
Il progetto è stato illustrato venerdì al Garden, alla presenza dei direttore sanitari delle strutture – i medici Fernando Santucci ed Ermanno Pasini – e degli specialisti coinvolti: Aniello Montalbano (otorinolaringoiatra), Silvia Matteini (oftalmologa), Marco Zavatta (cardiologo), Eva Bernardi (Medicina dello sport) ai quali va aggiunto Stefano Zuppiroli (ortopedia) assente per motivi di lavoro. Uno staff che ha aderito con entusiasmo in quanto si ofrrono gli strumenti per aumentare il grado di consapevolezza e di prevenzione nelle famiglie, negli adulti, nei bambini.
Un discorso particolare va fatto per le visite medico sportive Al di là del certificato di idoneità tra l’altro non richiesto per attività ludico-motoria, la visita a 360 gradi può portare alla scoperta di patologie ignote all’atleta e lo specialista è una sorta di consigliere: l’obiettivo è far muovere le persone nel modo giusto.
Il progetto scatterà a fine agosto: nei due centri medici, con un ticket di soli 50 euro, si potrà prenotare una visita di screening nelle cinque specialità indicate con tempi di attesa limitati e con uno standard elevato di qualità e professionalità. “E’ il sogno di una vita che realizzo dopo 55 anni di professione – ha spiegato il dottor Fernando Santucci, direttore sanitario del Valturio – E’ un progetto che ci dà prestigio ed è di aiuto alla città. Prevenzione è la parola chiave: informare, curare, creare stili di vita per vivere il più a lungo possibile e nella maniera migliore”. E ha fissato un poker di regole: movimento adeguato, alimentazione, controllo dello stress e sonno sereno.
Il progetto è niente altro che lo sviluppo della cosidetta “Medicina Educazionale” da qualche anno operativa al Garden in cui la prevenzione gioca un ruolo fondamentale: un nuovo modo di intendere l’attività fisica, ovvero come un farmaco nella cura delle diverse patologie. A seguito di un’approfondita fase di check up iniziale e in collaborazione con i medici dei due poliambulatori, istruttori altamente qualificati indicano l’attività fisica adeguata alle diverse problematiche. A proposito di prevenzione, un dato allarmante: se la mortalità acuta da infarto è scesa sotto al 4%, è sopra al 30% l’incidenza della patologia cardiovascolare, una dato che segnala sorta di fallimento della attività di prevenzione.
Da parte sua il dottor Pasini, anche presidente della Polisportiva Garden, ha lavorato a lungo al progetto e ha spiegato come questa sia una qualificata opportunità offerta a tutti di fare attività fisica in salute ed ha auspicato che la rete si allarghi presto ad altre strutture: “C’è assoluta necessità di stare insieme per offrire un servizio migliore e realizzare così una economia di scala. Nessun conflitto con la sanità pubblica, ma semmai un supporto”. E a proposito di collaborazioni ha citato l’esempio di RBR, la nuova realtà cestistica che sta muovendo i primi passi (nella pallavolo è  il Riviera Volley è la realtà di riferimento del Garden).
Per il Garden si tratta di un altro prezioso servizio offerto ai suoi associati e un tassello importante nel variegato mosaico della struttura (dieci le discipline sportive, 70 gli istruttori laureati che costantemente si tengono aggiornati grazie a borse di studio finanziate), che ha di recente stipulato una convenzione di sei anni con la Università per quanto riguarda il corso di laurea in Scienze motorie.

Stefano Ferri

Area SondaggiIl sondaggio

Chiusura domenicale dei negozi, sei d'accordo?