Mercoledý 23 Settembre05:47:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Saccheggiavano i parcometri con trapani elettrici, banda patteggia. Uno è libero, fecero 25 colpi

Cronaca Rimini | 18:14 - 12 Luglio 2018 Saccheggiavano i parcometri con trapani elettrici, banda patteggia. Uno è libero, fecero 25 colpi

Si è concluso con un patteggiamento l'arresto della banda dei parcometri, tutti romeni, finiti in manette il 30 ottobre scorso dopo una serie di furti avvenuti ad Ancona e Sirolo, ma anche a Rimini e Riccione. Sei le regioni coinvolte per un totale di 25 colpi, commessi a partire dal 24 maggio 2017 fino al giorno dell'arresto, anche in Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Veneto e Abruzzo e che hanno fruttato ai malviventi quasi 50 mila euro. Una banda a quattro: M.R., 36 anni, A.C.O., 24 anni, V.N., 34 anni e P.N.O., 25 anni. Il patteggiamento oggi, davanti al gup Paola Moscaroli, ha riguardato solo tre di loro perché il 36enne è irreperibile. Il 34enne, ritenuto il capobanda e il suo braccio destro A.C.O, hanno patteggiato una condanna a tre anni e dieci mesi. il 25enne ha patteggiato ad un anno e undici mesi, pena sospesa (tornerà libero). Tutti e tre erano difesi dagli avvocati Diego De Giacomo e Alessandro Sintucci. L'accusa era associazione a delinquere finalizzata al furto sui parcometri. Le indagini erano partite dai carabinieri di Osimo (Ancona), dopo il furto a 5 dispositivi nei parcheggi di Sirolo. La banda si serviva di trapani elettrici ed un'auto Hyundai per commettere i colpi. Nelle Marche hanno agito anche a San Benedetto del Tronto. Fuori regione colpite le città di Riccione, Sirmione, Rimini, Cesena, Alba Adriatica, Toscolano Maderno, Sestri Levante, San Vincenzo, Bardolino, Cesenatico, Verona, Sesto Fiorentino, Pietrasanta.