Lunedý 28 Settembre05:20:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

L'impresa del cattolichino Fabio Pasini: completare cinque 'ultra maratone' in dieci mesi

Attualità Cattolica | 15:17 - 06 Luglio 2018 L'impresa del cattolichino Fabio Pasini: completare cinque 'ultra maratone' in dieci mesi

Completare cinque ultramaratone in dieci mesi. È questo l'obiettivo che si è posto l'atleta cattolichino Fabio Pasini. Stamani l'impresa sportiva è stata presentata dallo stesso Pasini all'interno della Sala Giunta del Palazzo Municipale di Cattolica dove riceverlo c'era il Sindaco Mariano Gennari, l'Amministrazione Comunale ha concesso, infatti, il patrocinio. Al primo cittadino è stata donata anche una maglia commemorativa dell'evento.

LA SFIDA. Le ultramaratone a cui intende partecipare Pasini si svolgeranno in un periodo di tempo di 10 mesi secondo questo calendario: Norvegia (13-15 luglio), Asia Bolivia (24-30 settembre), Africa Mozambico (11-15 novembre), Vietnam Cambogia (25-28 Marzo) e Australia (15-24 maggio). “Quest'anno per la prima volta – spiega Pasini - tutte le cinque ultramaratone, alcune delle quali sono biennali, si svolgeranno in un periodo di tempo di dieci mesi. Si tratta, dunque, di una opportunità che ho voluto cogliere. Potrei essere il primo italiano al mondo a completarle”. Il primo appuntamento si svolge a Tromsø, una città della Norvegia settentrionale a 300 km dal polo nord. “La gara si sviluppa per 140 km – ha aggiunto l'atleta - con un dislivello di 9.000 metri. Si raggiungeranno alcune vette e ci saranno passaggi esposti su roccia. Il tutto avviene con cartografia e gps per l'orientamento. La temperatura è stimabile fra 10 e 15 gradi. Sarà emozionante avere la luce pressoché tutto il giorno, la gara partirà il 13 luglio a mezzogiorno e si dovrà concludere due giorni dopo alla stessa ora”. Sono oltre quaranta le nazionalità rappresentate dai numerosi partecipanti, tra cui si registrano nomi importanti come quello di Marco Olmo, un ultramaratoneta italiano, vincitore di numerose competizioni. Si tratta di appuntamenti importanti da sostenere per i quali il sostegno degli sponsor risulta fondamentale, ma che allo stesso tempo da un buon riscontro mediatico.

L'ALLENAMENTO. Sicuramente per affrontare queste sfide ardue serve una preparazione attenta ed un allenamento duro. In poco tempo si passa in situazioni climatiche diverse: dall’altura di oltre 4000 metri della Bolivia, alla gara più lunga al mondo con i suoi 520 km dell’Australia, alla temperatura estrema del Mozambico, alle asperità della foresta del Vietnam ed alla montagna della Norvegia. La preparazione di Pasini si è avvalsa del supporto medico della dottoressa Giorgia Raffaelli che ha curato l'aspetto medico con alimentazione e supplementazione. L'aspetto tecnico è stato supervisionato dal veterano Stefano Gregoretti.

CATTOLICA LOCATION PERFETTA. “Per i mieri allenamenti – dice Pasini - la nostra cattolica è perfetta. Non ha solo il mare ma vanta un entroterra veramente allenante, con la foce del Conca fino a Morciano o la spiaggia che può inoltrarsi fino a San Bartolo”. La differente morfologia del territorio permette agli atleti di effettuare un allenamento completo e Pasini, titolare della palestra Universum Klub, è diventato così un punto di riferimento per gli amanti del settore anche in veste di preparatore atletico. “Voglio ringraziare per la partecipazione e l'interesse – ha concluso Pasini - l'Amministrazione Comunale di Cattolica e spero di darle lustro attraverso la mia sfida”.