Venerd́ 25 Settembre02:31:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Consiglio di Stato accoglie ricorso ex procuratore di Rimini su Procura Modena

Attualità Rimini | 20:54 - 02 Luglio 2018 Consiglio di Stato accoglie ricorso ex procuratore di Rimini su Procura Modena

Nuova decisione del Consiglio di Stato che, accogliendo il ricorso di Paolo Giovagnoli, ex procuratore di Rimini, mette in discussione la nomina del procuratore di Modena. La sentenza pubblicata in giornata ordina l'ottemperanza di una pronuncia del 17 gennaio, con cui lo stesso organo di giustizia amministrativa aveva già annullato la nomina di Lucia Musti, ribadita invece dal Csm con una delibera del 14 marzo, di cui adesso però si dichiara la nullità. Ora tocca di nuovo al Csm, che dovrà rinnovare il procedimento di valutazione. A gennaio i giudici avevano accolto le ragioni di Giovagnoli, candidato escluso, ritenendo che ci fosse un difetto di motivazione: non sarebbe stato sufficientemente chiarito perché il Csm ha preferito Musti, che in precedenza occupava il ruolo di procuratore aggiunto a Modena, quindi un incarico semidirettivo, a Giovagnoli che invece era già procuratore capo. Nella delibera di marzo il plenum del Csm aveva però rinominato Musti, dopo una rivalutazione delle candidature e spiegando che Musti aveva "conseguito notevoli esperienze di coordinamento, di direzione e di organizzazione del lavoro giudiziari". Nella nuova sentenza, ora, si dice tra l'altro che la recente delibera del Csm rinnova "i vizi di quella impugnata" continuando "a manifestamente non riconoscere il dovuto rilievo alla patente diversità di funzioni, e inerenti responsabilità, già svolte dai due candidati e in particolare alle funzioni direttive svolte dal solo dottor Giovagnoli". A questo punto il Csm ha 20 giorni di tempo per dare ottemperanza alla sentenza, "mediante rinnovazione del procedimento di valutazione", si legge nel dispositivo. Musti può eventualmente ricorrere in Cassazione.