Mercoledý 30 Settembre11:29:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Villa Verucchio e Santarcangelo blindate dai Carabinieri della Compagnia di Novafeltria contro i furti: 2 denunce

Cronaca Santarcangelo di Romagna | 19:06 - 02 Luglio 2018 Villa Verucchio e Santarcangelo blindate dai Carabinieri della Compagnia di Novafeltria contro i furti: 2 denunce

E’ terminato domenica il maxi-servizio nato come “corollario” della manifestazione “Molo Street parade”, disposto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Ten.Col. Giuseppe Sportelli per garantire servizi di “saldatura” fra il mare e la Valmarecchia, svolto dai militari della Compagnia di Novafeltria che hanno avuto l’ordine di controllare Santarcangelo e Villa Verucchio per prevenire furti e reati predatori e vegliare sull’afflusso e deflusso dalle retrovie della Molo Street Parade.

Tutto si è svolto in maniera molto positiva, con il riconoscimento dato dai passanti e cittadini che, incuriositi dalla massiccia presenza di Carabinieri, hanno espresso ampio consenso all’iniziativa:  “Non pensavo che con tutti gli eventi del mare qui avremmo avuto una presenza così massiccia e rassicurante”,  questo uno dei tanti commenti di un cittadino a Santarcangelo al Maresciallo che dirigeva un posto di controllo in doppio senso di marcia in pieno centro.

L’operazione “saldatura” del mare con la Valmarecchia, diretta sul campo dal Capitano Silvia Guerrini, ha visto l’impiego di oltre 15 pattuglie delle Compagnie di Novafeltria e Rimini: sono state identificate, nel weekend, 283 persone, controllati 103 veicoli e denunciati due uomini.

In particolare, durante un posto di controllo, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Novafeltria, intorno alle quattro e trenta di domenica, lungo la provinciale “Santarcangiolese” ha fermato un ragazzo 17enne in motocicletta: il minore, in stato di agitazione, ha fatto cadere a terra un oggetto metallico che ha tentato di nascondere con il piede. Da un controllo successivo nel marsupio è stato trovato con 2 involucri di marijuana ed un trincia-tabacco. Il ragazzo, alla richiesta di spiegazioni da parte del capo-equipaggio, ha candidamente risposto di essere di ritorno dalla Molo Street Parade, dove si era rifornito di qualche dose “per spacciarla agli amici”. Il ragazzo, residente nella zona, è stato anche sottoposto a perquisizione domiciliare dalla quale non è emersa altro stupefacente. In contemporanea lungo la sp258 “Marecchiese”, in località Pietracuta, è stato denunciato un 50enne, albanese, domiciliato a Prato, perché sottoposto a controllo da un altro “pattuglione” del dispositivo. L’uomo è stato fermato mentre era alla guida della sua autovettura, alla richiesta dei militari di esibire il passaporto o altro documento di identificazione, ha mostrato una patente di guida rilasciata in Albania, risultata palesemente alterata. Al termine degli accertamenti, l’uomo è stato denunciato per “falsità materiale commessa dal privato”, “uso di atto falso”, “mancata esibizione del passaporto o altro documento di identificazione” e “guida senza patente”. Il documento di guida è stato sequestrato ed il mezzo sottoposto a fermo amministrativo.