Sabato 26 Settembre12:31:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket, martedì scattano al Multieventi gli Europei Under 16 Division C: in campo anche i titani

Sport Repubblica San Marino | 15:51 - 02 Luglio 2018 Basket, martedì scattano al Multieventi gli Europei Under 16 Division C: in campo anche  i titani

La settimana Senior lascia spazio ai ragazzi dell’Under 16, che animeranno il Multieventi per un Europeo Division C che si prospetta interessante e di buon livello tecnico. Si parte martedì alle 12 con Moldova-Albania, mentre la prima partita della nostra Nazionale è prevista per le ore 20.30 di domani sera. L’avversario sarà l’Azerbaijan. Due gironi da cinque squadre, con San Marino assieme, oltre all’Azerbaijan, Albania, Austria e Moldova. Nel raggruppamento B ecco Andorra, Gibilterra, Malta, Scozia e Galles. Le prime due di ogni girone si qualificano alle semifinali del 10 luglio, per le altre invece sono previste gare che designeranno il ranking dalla quinta alla decima.
 
Coach Stefano Rossini, come sarà giocare in casa?
“Spero sia un fattore importante per noi, che ci sia di supporto e non ci blocchi. Credo che i ragazzi, avendo dato un’occhiata al torneo senior, abbiano cominciato a calarsi nell’ambiente e stiano capendo cosa vuol dire una manifestazione di questo tipo”
 
Alcuni di questi ragazzi, nonostante la giovane età, hanno già vissuto tornei di questo genere?
“In cinque hanno già fatto questa esperienza. Palmieri è addirittura alla terza, visto che lo portai a Cipro con l’Under 16 già due anni fa. Poi Zafferani, Dappozzo, Ronci e Pasolini che l’anno scorso sono stati ad Andorra coi 2001”
 
Quali saranno le forze in campo in questo Europeo?
“Il valore effettivo delle squadre si capirà meglio alle prime partite, anche perché ogni anno i valori cambiano e punti di riferimento ben stabiliti non ce ne sono. Da quello che ho visto ci sono roster importanti, soprattutto dal punto di vista fisico. Noi dovremo sopperire con altre armi: velocità, sistema di squadra e coinvolgimento di tutti dal punto di vista offensivo. In difesa dovremo essere aggressivi e magari mischiare un po’ le carte dal punto di vista tattico”
 
Di cosa saresti soddisfatto al termine della manifestazione?
“Prima di tutto voglio che i ragazzi vivano un’esperienza positiva. Mi piacerebbe che riescano poi a reagire ai momenti negativi come siano in grado di cavalcare quelli positivi. Voglio che questa esperienza rappresenti per loro un momento di crescita. Insomma, di maturazione. Il torneo dovrà essere di stimolo, a chi lo vorrà, di intraprendere un percorso importante”
 
C’è subito l’Azerbaijan. Di che squadra si tratta?
“Quando l’Azerbaijan partecipa a questi tornei ha sempre tradizione positiva. Forse potrebbero non avere un gioco estroso e fantasioso, ma sanno benissimo dove andare e cosa fare. Negli anni precedenti sono ricorsi molto volentieri alla difesa a zona: noi ci siamo preparati, speriamo di riuscire ad arginare questa loro eventuale scelta tattica”
 
Qual è il tuo invito a tutto il popolo sammarinese?
“Spero che l’ambiente possa avere un’influenza positiva sul percorso di questi ragazzi, mi piacerebbe che venissero seguiti dalla nostra gente. Il futuro sono i giovani e, se noi vogliamo puntare su di loro, dobbiamo far vedere, anche attraverso il tifo, che ci teniamo”