Giovedý 01 Ottobre17:46:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, in Viale Ceccarini il primo negozio di Marijuana a chilometro zero. Inaugurazione sabato 30 giugno

Attualità Riccione | 15:25 - 28 Giugno 2018 Riccione, in Viale Ceccarini il primo negozio di Marijuana a chilometro zero. Inaugurazione sabato 30 giugno

CanapaHouse, prima azienda di Riccione ad avviare la coltivazione della canapa industriale e la successiva creazione di prodotti a base della stessa, inaugura il 30 giugno il primo Shop&Kitchen di canapa a Km zero. L’inaugurazione è fissata per le ore 18, in Viale Ceccarini 130.

CanapaHouse non sarà un semplice negozio con forniture industriali, perché si tratta di produzioni a km zero, essendo prodotti dalla stessa azienda riccionese, realizzati anche grazie alla collaborazione già avviata nei mesi scorsi con pasticcerie e forni della zona. “Forse anche meno di un chilometro”, spiega Nevia Del Bianco, titolare dell’azienda agricola omonima, che insieme al marito Franco Ciotti e ai figli Mirka e Alessandro, ha deciso di riprendere sulla collina di Riccione la coltivazione della canapa, una pianta nota fin dall’antichità per le sue proprietà organolettiche, coltivata per secoli anche in Romagna. Dopo aver impiegato alcuni anni in giro per l’Italia tra Università, corsi, seminari e studi, si sono convinti ad avviare la loro prima produzione l’anno scorso, celebrando la “semina” con una grande festa al Castello degli Agolanti. Una volta completati i cicli agricoli, si è passati alla prima produzione e quindi alla vendita con il marchio CanapaHouse: “Abbiamo quindi prodotto il nostro olio di canapa e la nostra farina, ma anche sperimentato diverse soluzioni innovative, spaziando dalla gastronomia con i biscotti, il caffè, la crusca ad esempio, alla cosmetica, con la crema mani e il lucidalabbra, oltre ai nostri saponi in diverse fragranze. Per farci conoscere abbiamo partecipato a tantissime fiere di settore, a partire dalle più importanti d’Italia, come Pikkanapa a Jesi, Canapamundi a Roma e la recente Indica Sativa Trade a Bologna. Ma anche le sagre paesane ci hanno dato tante soddisfazioni, sia quelle piccole come quella di Montecolombo, sia quelle più grandi come quella di Sant’Agata Feltria. Tantissime persone ci hanno chiesto informazioni e assaggiato i nostri prodotti, premiandoci con richieste ulteriori e ordinativi a cui abbiamo dovuto far fronte investendo nuove risorse”. Poi a Natale l’intuizione: “Abbiamo deciso di provare anche a Riccione, allestendo una nostra casina natalizia in Viale Ceccarini”, spiega il figlio Alessandro Ciotti, “ed è stato un successo enorme, inaspettato: grazie alla collaborazione con Chef Modita di Laboratorio Naturale di Cattolica, abbiamo preparato un panettone speciale alla canapa, che è andato esaurito in pochi giorni. Le ordinazioni sono state così tante che si sono protratte per settimane, fino a quando non abbiamo proposto la colomba pasquale alla canapa e lì si è avuta la conferma che il mercato reagisce veramente bene a questi prodotti. Così abbiamo iniziato a valutare nuovi investimenti, scegliendo la nostra città, ancora una volta, per lanciare una nuova iniziativa: un negozio, certo, ma anche un bar, un locale innovativo come concetto e come approccio, con tutti i nostri prodotti, ma anche con pasticceria e panificio in collaborazione con laboratori della zona, rigorosamente con farine alla canapa. E non è finita qui”, avverte Ciotti, “perchè all’interno organizzeremo eventi, seminari e iniziative collegate al mondo della canapa e della salute in generale, di cui questa pianta può essere considerata parte a tutti gli effetti”. Nello “staff della salute” ci sono già Gerardina D’Innocenzo, Domenica Celli, Monica Russi, Matteo Bolognesi, Francesca Vecchietti e Valentina Baroni, i quali hanno già costruito un primo programma estivo di incontri durante l’estate. Un’estate “canapata” anche a Riccione.