Marted́ 22 Settembre06:42:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Scm assume a Rimini: l'azienda ricerca giovani diplomati. Dopo la formazione un contratto a tempo indeterminato

Attualità Rimini | 09:57 - 27 Giugno 2018 Scm assume a Rimini: l'azienda ricerca giovani diplomati. Dopo la formazione un contratto a tempo indeterminato

Giovani diplomati presso istituti tecnici ad indirizzo elettrotecnico, elettronico, meccanico, meccatronico, ed informatico,  con conoscenza scolastica della lingua inglese e disponibili a viaggiare per rappresentare nei cinque continenti i valori e l’immagine di un’azienda strutturata, in forte crescita e di spessore mondiale presso clienti prestigiosi nel settore. 

Sono questi i requisiti che Scm, leader mondiale nelle tecnologie e soluzioni per la lavorazione del legno, sta cercando per ricoprire con nuovi talenti fortemente motivati alla prospettiva di una carriera professionale in ambito metalmeccanico, uno dei ruoli più importanti per un’impresa che - come in questo caso - esporta il 90 per cento del suo fatturato in tutto il mondo: il tecnico trasfertista.

Per reclutare nuovi giovani da destinare a questo settore, Scm ha scelto di attivare con la collaborazione di Randstad, secondo operatore mondiale nelle risorse umane, un progetto di selezione e formazione mirato: “Professione  tecnico trasfertista: diventa service engineer con Scm”. L’iniziativa, alla sua seconda edizione dopo il successo registrato nel 2016, coinvolgerà tra provincia di Rimini, Repubblica di San Marino e zone limitrofe, oltre una decina di giovani in possesso di diploma tecnico. Preferibile, ma non indispensabile, l’aver già maturato un’esperienza in reparti di produzione.

Quella del tecnico di assistenza - afferma Alessandro Capucci, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Scm Group - è oggi una delle figure professionali più difficili da reperire, a causa della domanda crescente da parte delle imprese e della limitata disponibilità di risorse con  diploma tecnico e adeguate competenze. Si tratta di un ruolo altamente professionalizzante, con concrete prospettive di sviluppo all’interno di un’azienda.

In SCM offriamo un importante investimento nella formazione delle competenze tecniche specifiche, la possibilità di apprendere più lingue e di sviluppare nel tempo abilità personali e relazionali che costituiscono le basi su cui poggia la solidità e la spendibilità di questa  professione. Crediamo quindi che questo progetto costituisca, insieme alla possibilità di guadagnare molto bene, un’ottima opportunità, per quei giovani neodiplomati desiderosi di affacciarsi subito al mondo del lavoro”.

Il percorso di selezione partirà a metà luglio e i giovani interessati avranno tempo fino al 5 settembre per candidarsi contattando la filiale Randstad di Rimini telefonicamente  al numero 0541.386965 o tramite e-mail all’indirizzo rimini.technical@randstad.it specificando la volontà di candidarsi alle selezioni per il progetto con SCM.

Terminata la fase di selezione, il 17 settembre avrà inizio il percorso formativo presso il Service Training Center di SCM a Villa Verucchio, che terminerà il 12 ottobre. 

Il corso, della durata complessiva di 160 ore delle quali circa 40 di formazione in lingua inglese con un insegnante madrelingua, si caratterizzerà per il suo approccio didattico innovativo, basato su un apprendimento pratico, oltre che teorico. 

I contenuti riprenderanno alcune materie che i ragazzi hanno studiato a scuola, quali meccanica, pneumatica, elettronica ed informatica, con un approccio fortemente applicativo. Gli stessi frequentanti, oltre a conoscere più da vicino le tecnologie SCM e i relativi prodotti, realizzeranno loro stessi dei manufatti e gli verranno svelati i segreti del mondo del service post-vendita: dalla relazione con il cliente ad aspetti di problem solving. 

Concluso il periodo di formazione, inoltre, i giovani che avranno mostrato le maggiori attitudini e motivazioni potranno essere assunti da SCM con un contratto a tempo indeterminato. La selezione finale riguarderà la metà degli aspiranti tecnici trasferisti. Gli altri, che avranno acquisito grazie al corso un importante bagaglio di competenze tecniche trasversali altamente spendibili sul mercato, saranno comunque tenuti in considerazione dall’azienda in via prioritaria per nuove assunzioni.

In un contesto di crescita economica, - commenta Giancarlo Ciotta, Account Manager, Specialty Technical di Randstad - la maggior parte delle aziende si trova a far fronte allo spigoloso tema della “talent scarcity”. L’idea del progetto nasce proprio dalla difficoltà di reperire profili qualificati. Visti i risultati dell’edizione del 2016 in cui ben 10 periti sono stati formati e avviati al lavoro in qualità di field engineer, si consolida la partnership con SCM con la quale replichiamo il progetto volto alla formazione di tecnici trasfertisti. In Randstad crediamo molto nell’importanza della formazione, come supporto ai nostri clienti per raggiungere il Perfect match tra domanda e offerta, coniugando formazione professionale e inserimento in azienda.”