Sabato 25 Gennaio23:44:26
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Oltre 300 bambini scoprono le terme grazie al progetto 'Crescere sani con bimbi alle terme'

Sanità Rimini | 21:44 - 30 Maggio 2018 Oltre 300 bambini scoprono le terme grazie al progetto 'Crescere sani con bimbi alle terme'

Mercoledì mattina si è conclusa con successo la 4° edizione del progetto dedicato ai bambini delle scuole elementari del Comune di Rimini, coinvolti in un percorso di educazione a uno stile di vita sano, un’alimentazione corretta e un’attività fisica costante.
L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con il Centro Agro Alimentare Riminese, Start Romagna, Gruppo Hera, Wellness Foundation e il Comune di Rimini.
 
Il progetto, rivolto ai bambini di 1° e 2° elementare delle scuole del Comune di Rimini, ha coinvolto 15 classi per un totale di circa 300 bambini. Ogni classe, dopo un incontro con il personale medico e specialistico di Riminiterme svolto all’interno del proprio plesso scolastico, è andata alla scoperta delle terme e dei suoi benefici, attraverso un’attività ludica sotto forma di caccia al tesoro. Grazie a un percorso che prevedeva il superamento di diverse prove di abilità, i bambini hanno svolto attività fisica e provato i diversi trattamenti relativi all’apparato respiratorio.
 
Al termine della mattinata, i bambini hanno potuto giocare nelle piscine con acqua di mare di Riminiterme, fatto una sana merenda a base di frutta e verdura offerta dal Centro Agro Alimentare Riminese e ricevuto una shopper con proposte realizzate ad hoc per le famiglie. A completare l’apporto educativo dell’iniziativa, i partecipanti sono stati invitati a rispettare l’ambiente attraverso scelte quotidiane sostenibili e indicazioni di comportamento. Il progetto è stato reso possibile grazie all’intervento di Start Romagna che ha trasportato gratuitamente con i propri mezzi, i bambini dai plessi scolastici alla sede di Riminiterme.
 
L’educazione alla prevenzione e ai sani stili vita, soprattutto in età pediatrica, rappresenta un impegno fondamentale nella crescita dei bambini, più sensibili alle patologie infettive delle vie respiratorie, nonché una fonte di sviluppo e futuri risparmi sociali. È per questo che Riminiterme ha voluto dare continuità e sviluppo al progetto che ha visto l’intera struttura termale coinvolta con il coordinamento di Gabriella Bubani: 2 medici, il personale dei reparti benessere, inalatorio,
fitness/piscine, 15 istruttori, oltre alla presidenza, alla direzione e all’ufficio marketing.
 
“Con Crescere sani con bimbi alle Terme abbiamo voluto continuare il percorso di condivisione di attività rivolte alla città e al suo tessuto sociale.” – spiega il Direttore di Riminiterme Massimo Ricci – “Si tratta di un progetto a cui la nostra struttura tiene molto, che si fonda sulla volontà di insegnare ai bambini quanto sana alimentazione, prevenzione, movimento e rispetto per l’ambiente siano valori fondamentali per la loro crescita. Il bilancio di questa edizione è, anche quest’anno, molto positivo. Abbiamo trovato nei nostri partner e nell’Amministrazione Comunale un supporto notevole e necessario, che ci ha favorito nel percorso di condivisione e confronto con il mondo della scuola, che ha visto impegnati oltre 300 bimbi. Riteniamo doveroso e opportuno continuare a lavorare per la salvaguardia della salute dei bambini e proprio in questa direzione si inserisce l’assoluta gratuità del progetto per gli istituti scolastici e per le famiglie, che speriamo di poter replicare anche il prossimo anno".
 
 Il progetto si è concluso questa mattina, mercoledì 30 maggio, con una festa sulla spiaggia di Riminiterme che ha riunito insieme tutti i bambini in una mattinata di gioco e benessere, inserita anche nell’ambito del 4° Festival dell’Industria e dei Valori d’Impresa, organizzato da Confindustria Romagna.
 
Mattia Morolli, assessore alla Scuola del Comune di Rimini: “Anche quest’anno l’edizione di Bimbi alle Terme che portiamo avanti in collaborazione con Riminiterme, è legata all’investimento sull’educazione e sui bambini fatto dal Comune di Rimini. Fenomeni come l’obesità e l’inattività sempre più comuni anche tra i bambini, possono essere combattuti anche attraverso iniziative come queste, attraverso percorsi di crescita educazionali che si focalizzano sul movimento, sul gioco e sulla sana alimentazione”.
 
Gianluca Gabellini, funzionario di Confindustria Romagna “Questo progetto di Riminiterme ben si inserisce nell’ambito del 4° Festival dell’Industria e dei Valori d’Impresa promosso da Confindustria Romagna, che ha l’obbiettivo di diffondere i valori sociali delle imprese del territorio. Nel caso di Riminiterme ci si è impegnati a divulgare, tra i bimbi e le loro famiglie, la cultura del wellness e del viver sano”.
 
Massimo Maioli, funzionario del Gruppo Hera: “Per noi è stato importante aderire, anche quest’anno, al progetto Bimbi alle Terme per la sua particolare attenzione al tema della sostenibilità e dell’educazione ambientale, oltre al focus principale sulla salute. Il progetto testimonia infatti la vicinanza di Hera alle scuole e alla crescita dei più piccoli, attraverso una formula ludico-educativa, senz’altro di successo”.
 
Sara Ricci, rappresentante del CAAR, Centro Agro Alimentare Riminese: “Siamo davvero felici di aver permesso ai partecipanti di sperimentare una merenda diversa, fatta di frutta e verdure. Vedere i bambini durante la pausa gustarsi carote, cetrioli, piselli, fragole e molto altro con tale piacere è la miglior soddisfazione”.
 
Alessandra Gotini, responsabile commerciale di Start Romagna: “La rinnovata partecipazione di Start Romagna al progetto Bimbi alle Terme rappresenta in termini concreti la volontà dell'azienda di sviluppare nelle giovani generazioni una coscienza ed una cultura della mobilità sostenibile anche in sinergia con altri attori del territorio, associando nel caso specifico il trasporto collettivo al benessere fisico e al rispetto dell'ambiente”.
 
Luigi Angelini, consigliere delegato Wellness Foundation: ”Riminiterme rappresenta una delle eccellenze della Wellness Valley, fondamentale per il suo contributo all’attività di divulgazione della cultura del benessere e dei sani stili di vita. Il progetto Bimbi alle Terme conferma questo ruolo su un tema chiave come l’educazione dei bambini”.