Mercoledž 26 Giugno17:33:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dimesso dal pronto soccorso, muore quattro giorni dopo. Era rimasto ferito in un incidente domestico

Cronaca Cattolica | 08:09 - 28 Maggio 2018 Dimesso dal pronto soccorso, muore quattro giorni dopo. Era rimasto ferito in un incidente domestico

La Magistratura ha aperto un fascicolo dopo l’esposto presentato in Procura dai familiari di un 65enne cattolichino: l’uomo è deceduto quattro giorni dopo essersi fatto medicare ad un polpaccio. I fatti sono accaduti tra il 19 e il 23 maggio scorso: come riportato dal Resto del Carlino e dal Corriere di Romagna, il 65enne alla mattina del sabato si è ferito mentre stava svolgendo alcuni lavoretti casa. La moglie lo ha subito accompagnato al primo soccorso dell’Ospedale Cervesi dove gli sono stati applicati 15 punti per una ferita lacerocontusa. L’uomo viene dimesso, ma gli viene chiesto di tornare l’indomani per controllare il decorso. Così è stato: qui la visita e la somministrazione di terapia antitetanica e antibiotica, ma non quella antitrombo. Il 65enne è tornato a casa e non ha avuto alcun problema, solo un dolore che lo ha costretto a stare a letto. Fino al mercoledì quando verso le 13 si è sentito male. E’ la moglie a soccorrerlo e a chiamare il 118, ma all’arrivo degli operatori è già morto.

I parenti non si danno pace, anche perché l’uomo era sanissimo, ecco perché, proprio per far chiarezza, si rivolgono agli avvocati che presentano un esposto alla Procura: l’ipotesi è che ci sia stata qualche “mancanza” da parte del personale ospedaliero. Il Pubblico Ministero ha aperto un fascicolo per il momento contro ignoti per omicidio colposo e disposto l’autopsia effettuata sabato mattina: il 65enne sarebbe morto per embolia polmonare.